NEWS

Informazioni, aggiornamenti e notizie dalla nostra redazione

Uso di attività, passività e capitale per verificare lo stato finanziario della tua azienda

 Uso di attività, passività e capitale per verificare lo stato finanziario della tua azienda

Attività, passività e capitale: l'equazione

L'equazione dello stato patrimoniale è attività = passività + patrimonio netto.
Lo scopo dell'equazione è mostrare ciò che la società possiede, acquistato a credito o attraverso gli investimenti dei suoi azionisti. L'equazione riflette la solidità finanziaria della tua attività in un determinato giorno e se sarai in grado di adempiere ai tuoi obblighi finanziari.

Per alcuni, il termine "equazione" potrebbe pensare a l'ansia dei problemi matematici. Ma come imprenditore, le attività, le passività e l'equazione azionarie sono molto importanti per comprendere le finanze aziendali.

Il motivo per cui si desidera conoscere il modo in cui le attività, le passività e il capitale si relazionano tra loro e come si uniscono nell'equazione di bilancio (a volte nota come equazione di contabilità o equazione di capitale), è che ti permetterà di valutare la salute finanziaria della tua attività.

È essenziale per assicurarti di gestire la tua attività nel miglior modo possibile. Comprendere le tue attività, passività e capitale può aiutarti a capire se stai gestendo il tuo patrimonio in modo efficiente, se sei in grado di pagare le tue bollette, se puoi stipulare un debito aggiuntivo attraverso un prestito aziendale e molto altro.

Quindi, suddividiamo le attività, le passività e il capitale.

Perché è necessario conoscere le attività, le passività e il patrimonio netto

Essenzialmente, l'equazione del bilancio mostra quanto possiede la tua azienda (i tuoi beni), che hai acquistato con il denaro che devi ai tuoi fornitori (le tue passività) o attraverso gli investimenti dei tuoi soci (il tuo capitale) Che ne dici di porti una domanda completamente diversa: è importante sapere se stai immagazzinando i prodotti giusti o se la tua azienda ti sta dando un ritorno sul tuo investimento? Vuoi assicurarti di fare tutto il possibile per far crescere la tua attività? Certo che ti piacerebbe.

Ecco perché è essenziale non solo comprendere la definizione di patrimonio netto, attività e passività, ma anche come tutti e tre si relazionano l'uno con l'altro. Implica un po' di matematica, ma ne vale la pena. Conoscere questi concetti rivelerà importanti spunti per te sulla salute finanziaria della tua azienda e ti consentirà di prendere le giuste decisioni per il futuro.

Valuta la salute finanziaria con 2 importanti rapporti aziendali

L'utilizzo dell'equazione contabile per comprendere la salute finanziaria della tua azienda è fondamentale. Ma prima di controllare i numeri, assicurati di consultare due report importanti del tuo bilancio: il tuo conto economico (utile e perdite) e il tuo stato patrimoniale.

Profitti e perdite: entrate - spese = utile netto

Il primo rapporto di cui hai bisogno è il conto economico o conto utile perdite.

Probabilmente hai già consultato questo documento contabile per verificare le entrate e le spese totali. Alla fine dell'anno, le tue spese totali vengono sottratte dalle entrate totali per calcolare il profitto. Tutti gli imprenditori hanno familiarità con l'equazione profitti e perdite, perché può darti un quadro chiaro da dove proviene il denaro e dove viene speso.

Ma i profitti e le perdite da soli non ti mostrano tutto. Ecco perché.

Stato patrimoniale: attività = passività + patrimonio netto

L'altro rapporto che i proprietari di piccole imprese devono comprendere è il loro bilancio. Include un riepilogo delle attività, passività e patrimonio netto totali. Molti proprietari di piccole imprese sanno che il bilancio è importante, ma non capiscono davvero cosa dice sulla tua azienda.

Mentre lo scopo del conto economico è quello di mostrare come la tua attività si è comportata in un determinato periodo di tempo, lo scopo del bilancio è quello di mostrare la posizione finanziaria della tua attività in un determinato giorno. Il bilancio può indicare quanti soldi ha la tua azienda in banca e quanto è probabile che la tua azienda sarà in grado di soddisfare tutti i suoi obblighi finanziari.

Può anche dirti quanti profitti (o perdite) l'azienda ha mantenuto da quando è stata avviata.

Attività, passività, patrimonio netto e contabilità in partita doppia

L'equazione contabile è considerata la base di ciò che è noto come contabilità a partita doppia, che afferma che ogni transazione finanziaria ha effetti uguali e opposti su almeno due conti diversi. Questo dovrebbe riflettersi sul tuo bilancio (in caso contrario, parla subito con un contabile o un commercialista per rimediare a questo errore). In altre parole, il tuo bilancio è una versione ampliata dell'equazione del conto: attività = passività + patrimonio netto.

Ogni transazione in un sistema contabile a partita doppia ha due facce. Il primo lato della transazione è chiamato il lato debito della transazione. Il lato di compensazione della transazione è chiamato il lato credito della transazione. I debiti sono registrati nella parte sinistra del bilancio nella contabilità in partita doppia. Aumentano sempre attività, spese e dividendi, riducendo al contempo reddito, passività ed capitale.

D'altro canto, I crediti aumentano sempre le entrate e sono registrati sul lato destro con la contabilità in partita doppia.

Ricorda che al aumentare le passività e il capitale diminuiscono a sua volta le attività. I libri di un sistema contabile a partita doppia rimangono sempre in pareggio poiché i debiti e i crediti aumentano e diminuiscono gli stessi tipi di conti opposti.

Cosa sono le attività, le passività e il patrimonio netto

Prima di immergerci nel bilancio per calcolare la formula contabile, è necessario comprendere la differenze tra le attività rispetto alle passività e analizzare come è definito il "patrimonio".

Attività: quello che hai

Un bene è qualcosa che l'azienda possiede. Alcuni conti patrimoniali più frequenti includono conti in contanti o bancari, crediti (importi dovuti ai clienti), inventario, immobilizzazioni (edifici, macchinari o mobili) e investimenti. Conta anche le attività immateriali come brevetti, marchi o accordi non competitivi.

I conti delle attività sono classificati come a breve o lungo termine. Un'attività a breve termine significa che l'attività verrà utilizzata, venduta o liquidata per pagare le passività entro un anno; e un'attività a lungo termine verrà utilizzata o venduta dopo l'anno.

Passività: cosa devi

Le passività patrimoniali sono ciò che l'impresa deve, a un individuo, un'altra impresa o un istituto, come una banca o l'agenzia delle entrate. Alcuni esempi di passività sono i debiti (importi dovuti ai vostri fornitori), i prestiti alle imprese e gli importi dovuti ai clienti per buoni regalo o servizi prepagati. I conti di responsabilità sono classificati esattamente come i conti delle attività, sia a breve che a lungo termine.

Capitale: quello che realmente possiedi

Il capitale può essere considerato il patrimonio netto dell'azienda. Se riscriviamo l'equazione per il bilancio in un altro modo, in realtà ha molto più senso: attività - passività = capitale.

I conti di capitale assumono la forma di contribuzioni o versamenti ( denaro investito nell'azienda), distribuzioni ( denaro prelevato dall'azienda dai proprietari) e guadagni ottenuti ( l'utile o la perdita cumulati dell'attività sin dal suo inizio). Alla fine di ogni anno fiscale, l'utile (o la perdita) netto viene aggiunto (o sottratto) agli utili non distribuiti ossia i dividendi e gli importi nei conti delle entrate e delle spese vengono azzerati.

A seconda de la tipologia aziendale, i conti azionari possono avere nomi diversi.

Per i proprietari individuali, ad esempio, i loro conti azionari sono generalmente chiamati capitale del titolare per i soldi messi nell'azienda. D'altra parte una società ha un conto azioni ordinarie (l'investimento iniziale nella società), il capitale aggiuntivo versato (o importi aggiuntivi investiti dagli azionisti) e le distribuzioni o i dividendi degli azionisti pagati ( importi prelevati dalla società dagli azionisti come un ritorno del loro investimento o quota degli utili dell'azienda).

Attività, passività e capitale in situazioni reali

Ora che hai capito le basi di questa importante equazione contabile, vediamo come appare nella realtà aziendale.

Supponiamo che tu voglia valutare lo stato finanziario della tua azienda usando l'equazione contabile. Per iniziare, ti rivolgeresti al tuo bilancio e troverai il totale di tutte le tue attività e passività per il periodo che stai cercando di valutare. Quindi troverai il patrimonio degli azionisti, al quale viene poi sommato le passività totali. Se hai fatto tutto nel modo giusto, il totale delle tue attività sarà uguale alla somma delle tue passività e del patrimonio netto.

Applichiamolo a una situazione aziendale reale.

Per l'anno fiscale 2018, ABC Corporation ha registrato un totale attivo di € 150 milioni, un totale di passività di € 60 milioni e un patrimonio netto totale di € 90 milioni. Se sottrai le passività dalle attività (€ 150 milioni - € 60 milioni), vedrai rapidamente che è lo stesso del patrimonio netto (€ 90 milioni).

Per la società ABC, l'equazione contabile rivela che € 150 milioni di attività sono finanziati da € 60 milioni di passività e € 90 milioni di patrimonio netto. Con queste informazioni a disposizione, ABC Corporation può essere certo che la transazione commerciale che sta eseguendo si riflette accuratamente nei suoi libri contabili.

4 altre formule finanziarie da sapere

Quell'equazione che hai analizzato prima: attività - passività = capitale; che è l'equazione di bilancio. Una volta che la applichi, puoi utilizzarla, insieme alla tua dichiarazione tributaria, per ottenere informazioni importanti sulla salute finanziaria della tua azienda.

Ma questa non è l'unica equazione che può darti un'idea delle prestazioni finanziarie della tua azienda. Ecco alcuni altri metodi che potresti usare:

1. Current Ratio : totale attività correnti ÷ totale passività correnti.

È un indici economico di liquidità e misura la capacità di un'azienda di pagare debiti a breve e lungo termine.

2. Capitale circolante : totale attività correnti - totale passività correnti.

Ciò rappresenta la quantità di capitale che un'azienda deve gestire. In altre parole, risponde alla domanda: quanto deve investire la mia azienda nel business dopo aver soddisfatto tutti i suoi obblighi ?

3. Fatturato delle scorte : inventario medio ÷ costo delle merci vendute.

Il rapporto di rotazione dell'inventario misura il numero di volte che l'inventario viene venduto e sostituito entro un determinato periodo. Questo indica se sei efficiente con il tuo inventario e lo stoccaggio dei prodotti giusti.

4. Return on Equity : utile netto ÷ patrimonio netto

Infine, il Roe un indici economico è il rendimento del capitale proprio e questo mostra quanto profitto genera un'azienda per ogni euro di capitale proprio.

Sì, queste equazioni richiedono un po 'più di matematica. Ma oltre ad essere essenziale per capire quanto efficientemente (o meno) stai gestendo la tua attività, imparare queste equazioni può effettivamente aiutarti a prendere decisioni di prestito aziendale, molti dei rapporti e indici economici che i finanziatori usano per determinare il rischio di credito si basano su conti di bilancio. Capire come si relazionano alla tua determinata situazione può davvero aiutarti prima di iniziare a cercare ad ottenere un prestito aziendale.

Attività, passività ed equità: utilizzale per avere un'immagine della tua salute finanziaria aziendale

In tutto, la formula del bilancio (chiamati anche formula contabile o l'equazione azionaria) mostra i dettagli inclusi nel bilancio. Ma avere una comprensione completa della salute finanziaria della tua azienda richiede molto più del semplice completamento di questa equazione. Dovrai dare un'occhiata al tuo conto profitti e perdite e al bilancio, sebbene una società possa mostrare un profitto nel conto economico, il bilancio potrebbe raccontare una storia diversa.

Inoltre, eseguire equazioni come il current ratio, la formula del capitale circolante, il fatturato delle scorte e il rendimento del capitale proprio può aiutarti a rispondere a domande cruciali sull'efficienza con cui stai gestendo la tua attività e se devi modificare i tuoi processi per poter soddisfare al meglio i tuoi debiti.

Quindi prenditi il tempo per rivedere le tue attività, passività ed capitale, prendi l'abitudine di rivedere frequentemente sia il tuo bilancio sia il conto economico. In questo modo, avrai la possibilità di capire come sta andando in realtà la tua attività in un determinato momento.