NEWS

Informazioni, aggiornamenti e notizie dalla nostra redazione

Come funziona il franchising?

Come funziona il franchising?

Il franchising può essere un'ottima opzione per le persone con uno spirito imprenditoriale, ma che non hanno l’intuito o il desiderio di passare attraverso il processo di avvio di un'attività da zero. Ma come funziona esattamente il franchising?

In sostanza, un imprenditore di successo (noto come franchisor) concede in franchising la propria attività, consentendo agli affiliati di possedere e gestire sedi separate sotto il nome e i sistemi operativi gestionali del franchisor. Quindi il franchisor fornisce il quadro generale per l'azienda, ma spetta al franchisee gestire l'azienda stessa e fare soldi con essa.

Ma ci sono molti altri elementi coinvolti nel processo di ricerca, acquisto e gestione di un franchising. In questo articolo, ti illustreremo le basi di come funziona il franchising e ti aiuteremo a determinare se l'acquisto di un franchising è la mossa giusta per te.

Che cos'è il franchising?

In una disposizione di franchising, il franchisor si impegna a dare il franchisee il diritto di vendere beni o servizi del franchisor, e di utilizzare il suo nome e il modello di business. I contratti di franchising includono anche il periodo di tempo durante il quale il franchisor conserva tali diritti. In parole povere, il franchisor possiede l'attività stessa, mentre il franchisee possiede il diritto di vendere i contenuti di tale attività. Pertanto, in base a tale accordo, il franchisee opera sotto (e sfrutta) l'infrastruttura e le procedure operative esistenti del franchisor, pur mantenendo la responsabilità per la manutenzione e il funzionamento della propria filiale.

L'acquisto di un franchising richiede che il franchisee riceva una formazione approfondita nelle operazioni commerciali del franchisor, dalla gestione dell'inventario ai metodi di controllo della qualità all'assunzione di standard e tecniche di servizio. Una volta che il franchisee ha completato la propria formazione, il franchisor gli affida un luogo per operare. Proprio come se avessero avviato un'attività in proprio, il franchisee è responsabile delle operazioni quotidiane, della manutenzione e della gestione della propria sede, anche se riceveranno supporto, direzione e supervisione continui dal franchisor.

In definitiva, il franchisor ha l'ultima parola nel determinare come il franchisee può condurre la propria attività. Alcuni elementi che il franchisor può controllare, includono l'approvazione del sito, gli standard di progettazione o di aspetto, le restrizioni sui beni o servizi che il franchisee può vendere, i metodi di funzionamento e le limitazioni sul territorio di vendita del franchisee. Naturalmente, il franchisee è legalmente obbligato a operare in base alle norme stabilite dal franchisor nel contratto di franchising. Ciò può includere la non concorrenza e la protezione dei segreti commerciali oltre ai controlli standard del franchisor. Consigliamo vivamente di collaborare con un esperto legale prima di firmare un contratto di franchising, ma approfondiremo in dettaglio gli aspetti legali dell'acquisto di un franchising in un secondo momento.

Commissioni di franchising

Affinché il franchisee mantenga i diritti sui beni o sui servizi del franchisor, dovrà pagare per questo. Ci sono tre principali commissioni di franchising a cui prestare attenzione, che saranno delineate nel contratto di franchising:

1. Commissione di franchising iniziale

Questa è una commissione una tantum, anticipata che il franchisee fa una volta che hanno firmato l'accordo di franchising. Puoi considerare la commissione di franchising iniziale come il "costo di iscrizione" del franchisee - essenzialmente, con questa tassa il franchisee acquista i diritti per utilizzare il nome e il sistema operativo del franchisor. Nella maggior parte dei casi, questa tassa non copre le necessità come inventario, un budget di assunzione, macchinari e attrezzature e gli arredi.

Le commissioni di franchising iniziali variano a seconda del settore. La maggior parte delle commissioni di franchising sono decine di migliaia di euro; ma se stai acquistando un master franchise, tale commissione può essere superiore a € 100.000. Detto questo, ci sono un sacco di franchising a basso costo da prendere in considerazione con commissioni di franchising più accessibili.

2. Commissioni Royalty

Le commissioni di royalty sono commissioni continue che il franchisee paga al franchisor per il suo continuo supporto. I franchisor di solito incassano canoni di royalty su base mensile e sono spesso calcolati come percentuale delle entrate. Le commissioni per le royalties variano generalmente dal 4% al 12%, ma l'importo esatto varia a seconda del settore e del volume.

3. Commissioni pubblicitarie

Le spese di pubblicità o marketing sono esattamente come sembrano: è una commissione che il franchisee paga al franchisor per contribuire a finanziare il budget pubblicitario del franchisee. Questo può sembrare una commissione estranea, o almeno non all'interno della giurisdizione del franchisee, ma alla fine, i franchisee raccolgono i benefici degli sforzi pubblicitari del franchisor - dopo tutto, è da lì che proviene l'intera base di clienti del franchisee. Le commissioni di marketing sono generalmente calcolate come percentuale delle entrate mensili, ma sarà una percentuale inferiore rispetto alle commissioni di royalty.

Come trovare il franchising giusto per te

Se sei interessato a investire in un franchising, dovrai fare una buona due diligence per determinare quale azienda vale il tuo tempo e denaro. Ecco alcune considerazioni da tenere a mente quando si esaminano potenziali franchising da acquistare.

Le vostre finanze

Oltre alle commissioni di franchising, royalty e pubblicitarie di cui abbiamo parlato in precedenza, l'acquisto e la gestione di un franchising richiedono una buona quantità di capitale, così come una buona quantità di capitale per gestire qualsiasi altro tipo di attività. E come abbiamo detto, la maggior parte delle commissioni di franchising non copre i costi richiesti per necessità, come inventario, forniture e attrezzature, personale di assunzione, potenziali ristrutturazioni e ampliamenti della sede del franchising.

Riconoscimento del nome

Come franchisee, per fare soldi dipendi dalla forza del riconoscimento del nome del franchise. Ovviamente, è nel tuo interesse investire in un franchising con un marchio forte e una solida reputazione, sia a livello nazionale che regionale. Maggiore è il riconoscimento del nome del tuo franchising, minore sarà il tuo impegno nei tuoi sforzi di marketing per attirare i clienti.

La tua ubicazione

In tal senso, ha senso investire in un franchising che è popolare nella tua particolare area. Se non c'è richiesta di prodotti o servizi di un franchising in cui vivi, dovrai investire più tempo e denaro nel marketing di quanto sarebbe necessario se avessi collaborato con un franchising più popolare o con un gruppo che fornisce dati demografici.

Misura anche il livello di competizione nella tua zona. Non devi necessariamente acquistare un franchising in un'area che è già satura di attività simili; ma se non ci sono opportunità in franchising nella tua zona, ciò potrebbe non essere di buon auspicio per la domanda di prodotti o servizi del tuo franchising potenziale.

Formazione e supporto

Esamina il livello di supporto e formazione fornito dal tuo franchisor, sia iniziale che in corso. È utile confrontare tutti i programmi di formazione dei potenziali franchisor per valutarne la completezza. Valuta se il tuo background, l'istruzione e la formazione esistente sono utili anche per lavorare con questo particolare franchising. Anche se il franchisor fornirà tutta la formazione necessaria per gestire la tua attività, probabilmente ti sentirai più a tuo agio nel tuo ruolo se non devi affrontare una curva di apprendimento ripida.

Inoltre, valuta se il tuo franchisor ha gli strumenti e le risorse necessarie per continuare a supportare i suoi franchisee a lungo termine. Mentre un alto tasso di crescita fa ben sperare per il successo del tuo franchising, devi assicurarti che un potenziale franchising sia abbastanza stabile da mantenere supporto e supervisione sui loro franchisee esistenti mentre crescono.

La reputazione del tuo franchisor

È fondamentale lavorare con un franchisor che sia affidabile, esperto e rispettabile, quindi prenditi il tempo di esaminare l'esperienza di altri franchisee che lavorano con il tuo potenziale franchisor.

Rendi prioritario entrare in contatto anche con altri franchisee. Questa è un'ottima occasione per farsi un’idea di com'è possedere un franchising con una società particolare. Poni loro domande specifiche sulla loro formazione e organizzazione iniziale, supporto continuo e feedback onesti sulle loro esperienze come proprietario di un franchising. Resta con i franchisor i cui investitori sembrano davvero soddisfatti della loro decisione di lavorare con il franchisor in questione per sentirti sufficientemente supportato.

Le tue preferenze personali

Qualunque franchising che reputerai idoneo investire, deve lavorare per il tuo stile di vita. La realtà di diventare un franchisee è simile alla realtà di avviare un'attività da zero: ci vuole un sacco di tempo, impegno e dedizione per portare avanti l'attività. Non avresti avviato un'attività di cui non eri appassionato al 100%; lo stesso vale per l'acquisto in un franchising. Scegli un settore che ti entusiasma, le cui ore si adattano alla tua routine e che gli obiettivi siano condivisi da entrambi.

La scelta di un franchising: i prossimi passi

Una volta identificati i franchising in linea con i tuoi obiettivi, il tuo prossimo passo è valutare formalmente ogni franchising. Per prima cosa, contattali per una conversazione approfondita. È inoltre possibile richiedere copie del materiale di marketing, del piano aziendale e dei manuali delle operazioni. Le informazioni che raccogli parlando direttamente con loro daranno vita alle ricerche che hai condotto da solo.

Valuta l’FDD del franchisor

Se sei seriamente intenzionato a lavorare con un determinato franchising, ti invieranno una copia del loro documento di divulgazione del franchising (FDD). I franchisor devono fornire ai potenziali investitori il loro FDD almeno 14 giorni prima di chiedere all'investitore di firmare un contratto. Ciò offre all'investitore il tempo sufficiente per valutare la propria decisione. Hai il diritto di richiedere un FDD ben prima di presentare una domanda al franchisor, hai persino il diritto di chiedere una copia del suo FDD prima di spendere soldi per la tua ricerca in un franchisor.

L’FDD rivela informazioni cruciali sul franchisor in merito alla sua situazione finanziaria, alla sua storia, ai suoi requisiti patrimoniali e altro ancora. In particolare, prestare molta attenzione alle seguenti informazioni:

  • Il background, la concorrenza del franchisor e se il franchisor ha requisiti legali, di autorizzazione o di licenza
  • Contenziosi
  • Fallimenti
  • Costi necessari per avviare e gestire un franchising
  • Restrizioni ai fornitori, dove, cosa e come è consentito vendere i loro beni o servizi
  • Commissioni di franchising
  • Idoneità e requisiti per la formazione
  • Regole relative al rinnovo, al trasferimento, alla risoluzione e alla risoluzione delle controversie al termine del contratto
  • Un elenco di franchisee attuali e precedenti e associazioni di franchisee che puoi contattare
  • Tre bilanci certificati più recenti

Può sembrare faticoso esaminare tutta quella documentazione inclusa nell’FDD di ciascun franchisor, ma questo documento è il componente più importante del processo decisionale. Ti invitiamo a leggerlo a fondo, prendere appunti e parlare con il maggior numero possibile di franchisee attuali ed ex per assicurarti di prendere una decisione giusta.

Consultare un commercialista e un avvocato

Ci sono un sacco di ricerche su potenziali franchising che puoi e dovresti fare da solo. Ma il processo di acquisto in un franchising comporta alcuni aspetti finanziari e legali complicati che possono essere difficili, o almeno sconsigliabili, per essere affrontati da soli.

Parlare con un commercialista può aiutarti a dare un senso ai documenti finanziari e alle informazioni del franchisor forniti nel loro FDD, oltre a fornirti una comprensione più chiara dei tuoi potenziali guadagni se scegli di investire in quel franchising. Il tuo commercialista può anche valutare le tue risorse e aiutarti a scegliere un franchising che è un investimento realistico per la tua posizione finanziaria attuale. Infine, il tuo commercialista può aiutarti a redigere un business plan per il tuo franchising e a determinare una struttura aziendale dopo aver firmato il contratto di franchising.

La consulenza con un avvocato non è negoziabile, soprattutto quando si riceve il contratto di franchising. Un avvocato specializzato in diritto di franchising può analizzare il tuo contratto di franchising per assicurarsi che sia allineato ai tuoi migliori interessi. Poiché i contratti di franchising possono essere vincolanti per decenni, è fondamentale comprendere a fondo cosa si sta firmando. Gli avvocati possono aiutarti ad analizzare anche gli aspetti legali dell’FDD di un franchisor oltre a garantire la tua conformità allo statuto in materia di franchising.

Il franchising è giusto per te?

Per determinare se il franchising è giusto per te, inizia valutando i pro e i contro dell'acquisto di un franchising.

Tra i lati positivi, non dovrai costruire un business da zero. Piuttosto, gli affiliati possono trarre vantaggio dall'organizzazione esistente del franchisor di sistemi operativi, fornitori, iniziative di marketing, riconoscimento dei nomi e modello di business. Ciò elimina gran parte del rischio e delle congetture legate all'avvio della propria attività da zero. Riceverai anche una formazione pertinente, quindi non devi necessariamente avere una vasta esperienza nel settore del tuo franchisor per avere successo come franchisee (anche se l'esperienza precedente aiuta sempre, soprattutto quando si tratta di gestire un'attività). Un buon franchisor ti fornirà anche il supporto di cui hai bisogno per avviare la tua attività, così come il supporto continuo mentre gestirai la tua attività.

Ma ci sono anche degli svantaggi da considerare. Su una nota meno positiva, i franchisee sono intrinsecamente limitati dalle norme e dai regolamenti del franchisor. Aspettati restrizioni sulle procedure operative, sui tipi di beni e servizi che puoi vendere, sui prezzi e su come decorare e arredare la tua attività, tra le altre limitazioni. E poiché sei contrattualmente tenuto a rispettare le normative del franchisor, allontanarti da quelle indicazioni e modello di business può avere serie implicazioni legali.

Alla fine, dovrai determinare se apprezzi più fortemente la prospettiva di possedere la tua attività (secondo un modello collaudato e di successo) o la libertà di costruire e gestire la tua attività come meglio credi. E a rischio di sembrare un disco rotto, è nel tuo interesse consultare un contabile, un avvocato e / o un altro professionista del franchising mentre consideri questa opzione. Meglio fare un’analisi approfondita oppure una vera e propria due diligence ora e prendere una decisione giusta piuttosto che ritrovarsi vincolati a un contratto con un franchisor di cui non sei pienamente felice e motivato.