NEWS

Informazioni, aggiornamenti e notizie dalla nostra redazione

Vendo azienda: il sito web della mia attività ha un valore?

Vendo azienda: il sito web della mia attività ha un valore?

Può capitare a qualsiasi imprenditore, per i motivi più disparati, di fermare tutto e dire “adesso vendo azienda”. È successo anche a te? La prima cosa che dovrai fare sarà assegnare un valore alla tua attività. Anche il sito web va stimato e incluso fra i beni aziendali.

La presenza online genera visibilità e guadagni. Che tu abbia un sito web istituzionale o un e-commerce una cosa è certa: possiedi a tutti gli effetti una seconda sede aziendale o un secondo negozio. Quando farai valutare l’impresa che hai deciso di vendere, dunque, non dimenticare che il tuo sito internet ha un valore.

La normativa di riferimento

Un sito web va qualificato come “un’opera dell’ingegno complessa composta da più opere dell’ingegno”. Queste ultime sono, ad esempio, la piattaforma grafica con cui è stato realizzato, il database, eccetera.

Dal punto di vista legale possono trovare applicazione le seguenti norme della legge sul diritto d’autore (LDA):

  • articolo 3 (un’opera collettiva è costituita dalla riunione di opere o di parti di opere che hanno carattere di creazione autonome);
  • articolo 7 (è considerato autore delle opere chi le organizza e dirige);
  • articolo 10 (se un’opera viene creata dal contributo di più persone, il diritto d’autore appartiene a tutti i coautori).

Sulla base di quanto espresso dalla normativa, se il sito web della tua azienda è stato realizzato da terzi (agenzia web o programmatore) devi assicurarti di avere tutti i diritti sull’intera opera. Dovrai essere, in pratica, l’unico proprietario.
Una verifica può essere fatta, in battuta iniziale, consultando il contratto relativo alla costruzione del sito. Se è stato realizzato utilizzando dei programmi specifici (ad esempio delle piattaforme come WordPress o Joomla!) bisogna accertarsi che i diritti su questi siano stati ceduti insieme al contratto di licenza. Nel caso in cui ci sia di mezzo il lavoro di un programmatore, che ha scritto da sé il codice del sito, dovrai essere certo che ti siano stati consegnati i codici sorgente.

Quando sarai sicuro che il sito appartiene solo a te o alla tua società, potrai assegnargli un valore e venderlo come bene aziendale.

Come calcolare il valore del tuo sito?

Diverse risorse gratuite online promettono una stima al volo di qualsiasi pagina web. In realtà non è una valutazione che può essere fatta con un clic e in pochi secondi. Avrai bisogno di un esperto in materia che possa studiare il tuo sito da più punti di vista.

Saranno presi in considerazione:

  • l’efficienza della comunicazione (grafica, usabilità, testi);
  • il funzionamento tecnico (velocità, capacità di adattamento a tutti gli schermi, eccetera);
  • il posizionamento su Google, quindi la visibilità attuale nelle prime pagine.

 Restiamo a disposizione per un confronto su questa tematica e su tutto ciò che riguarda la compravendita di aziende. Chiamaci adesso per un confronto gratuito con i nostri consulenti.