Notizie

Linee guida riapertura ristoranti bar

Linee guida riapertura ristoranti bar

Il nuovo decreto dpcm del 17 maggio 2020 dirama e spiega tutte le direttive specifiche per la fase 2 B legata alle riaperture dal 18 maggio di ristoranti e bar, negli allegati del DPCM sono contenute le misure anti Covid-19, norme di comportamento e distanziamento sociale per i settori di bar e ristorazione.

Le indicazioni sono fornite sulla base di protocolli e dei documenti prodotti da Inail e iss.

Quali sono le linee guida per la riapertura di ristoranti e bar?

Dopo l’accordo trovato tra le regioni con il governo per un piano di riapertura differenziato per territori a partire dal 18 Maggio 2020 anche i ristoranti e bar si preparano per tornare
al lavoro.

Tra le categorie più attese ci sono appunto le riaperture dei ristoranti e bar alcuni dei quali già aperte per i servizi di asporto in base al decreto del 16 Aprile che saranno però costrette a rivedere le modalità operative sopratutto quelle con il rapporto clienti.

L’istituto superiore di sanità (ISS) ha diramato le linee guida per ristoranti e bar per la riapertura in completa sicurezza.

Indicazioni valide per tutte le attività di somministrazione pasti e bevande come ristoranti trattorie pizzerie ristoranti self service bar pub pasticcerie gelaterie rosticcerie e attività di catering.

Cosa dovranno fare ristoranti e bar per la riapertura?

  • Predisporre informazione adeguate sulle misure di prevenzione, comprensibile anche per i clienti di altra nazionalità.
  • Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura maggiore dei 37,5 °C.
  • Sarà necessario rendere disponibili prodotti igienizzanti per i clienti e per il personale anche in più punti del locale, in particolare all’entrata e in prossimità dei servizi igienici, che dovranno essere trattati più volte al giorno.
  • Negli esercizi che dispongono di posti a sedere si dovrà privilegiare l’accesso tramite prenotazione, mantenere l’elenco dei soggetti che hanno prenotato, per un periodo di 14 giorni.
  • non potranno essere presenti all’interno del locale ristorante bar più clienti di quanti siano i posti a sedere.
  • Nei ristoranti e bar che non dispongono di posti a sedere, consentire l’ingresso ad un numero limitato di clienti per volta, in base alle caratteristiche dei ristoranti e bar, in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di distanza tra i clienti.
  • Laddove possibile, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni (giardini, terrazze, plateatici), sempre nel rispetto del distanziamento di almeno 1 metro.
  • I tavoli devono essere disposti in modo da garantire la distanza di almeno 1 metro tra i clienti, Tale distanza può essere ridotta solo ricorrendo a barriere fisiche tra i diversi tavoli adeguate a prevenire il contagio tramite droplet.
  •  La consumazione al banco è consentita solo se può essere assicurato il mantenimento delle distanze di almeno 1 metro tra i clienti.
  • La consumazione a buffet non è consentita.
  • Il personale di servizio a contatto con i clienti deve utilizzare la mascherina e deve procedere ad una frequente igiene delle mani con soluzioni idro-alcoliche prima di ogni servizio al tavolo.
  • Favorire il ricambio d’aria negli ambienti interni ed escludere totalmente, per gli impianti di condizionamento, la funzione di ricircolo dell’aria.
  •  La postazione dedicata alla cassa può essere dotata di barriere fisiche (es. schermi); in alternativa il personale deve indossare la mascherina e avere a disposizione gel igienizzante per le mani. In ogni caso, favorire modalità di pagamento elettroniche, possibilmente al tavolo.
  •  I clienti dovranno indossare la mascherina tutte le volte che non si è seduti al tavolo.
  • Al termine di ogni servizio al tavolo andranno previste tutte le consuete misure di disinfezione delle superfici, evitando il più possibile utensili e contenitori riutilizzabili se non igienizzati (saliere, oliere, ecc).
  • Per i menù favorire la consultazione online sul proprio cellulare, o predisporre menù in stampa plastificata, e quindi disinfettabile dopo l’uso, oppure cartacei a perdere.

Vi lasciamo il testo integrale del DPCM del 17 Maggio 2020 firmato dal presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte

LEGGI ANCHE  Come creare un piano di disaster recovery
NON PERDERTELO!
Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato gratuitamente sulle ultime novità per la tua impresa.

 

Invalid email address
Iscriviti, è gratis e non ti invieremmo mai spam. Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy.

Cosa ne pensi?

Fantastico
0
Interessante
0
Wow
0
Non ho capito..
0

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Notizie