NEWS

Informazioni, aggiornamenti e notizie dalla nostra redazione

La guida definitiva all'analisi del flusso di cassa

La guida definitiva all'analisi del flusso di cassa

Che cos'è un'analisi del flusso di cassa?

L'analisi del flusso di cassa è un rendiconto finanziario che registra i flussi di denaro in entrata e in uscita dall'azienda durante uno specifico periodo di tempo predeterminato. Può aiutarti a capire meglio dove vanno a finire i tuoi soldi e quanti soldi hai in un preciso momento. Idealmente, questo dovrebbe essere fatto almeno una volta al mese per garantire alla tua azienda un budget di cassa salutare.

Per un piccolo imprenditore, eseguire regolarmente un'analisi del flusso di cassa è essenziale per il successo della propria attività. Dopotutto, la mancanza di liquidità è una delle cause più comuni di fallimento delle piccole imprese. La buona notizia: un'analisi regolare del flusso di cassa può aiutarti a evitare questa trappola e gestire la tua attività in modo più efficace.

Quali sono le basi di un'analisi del flusso di cassa?

Il monitoraggio del flusso di cassa è la chiave per un'azienda forte. Un'analisi del rendiconto finanziario è un vero e proprio tuffo nella situazione finanziaria della tua attività ed è un modo per ispezionare il tuo flusso di cassa in entrata e in uscita per un determinato periodo di tempo.

Innanzitutto, è importante capire che cosa è esattamente un rendiconto finanziario e che cosa mostra.

Questo è un rendiconto finanziario che registra i flussi di denaro che entrano ed escono dall'azienda durante un periodo di tempo previamente determinato; può aiutarti a capire meglio dove vanno a finire i tuoi soldi e quanti soldi effettivamente disponi in un preciso momento.

Perché è importante l'analisi del flusso di cassa?

La creazione di un rendiconto finanziario è un ottimo primo passo, ma se non sai come leggerlo o analizzarlo, non è così tanto utile. Un'analisi del flusso di cassa ti offre un quadro completo della salute finanziaria della tua azienda. Proprio come tenere d'occhio il saldo del tuo conto, ti dice se puoi permetterti determinate spese personali, analizzare regolarmente il flusso di cassa della tua attività ti dirà se sarai in grado di effettuare il pagamento in tempo delle buste paga, pagare i tuoi fornitori, acquistare le materie prime per coprire gli ordini dei tuoi clienti, o realizzare piani di espansione della tua attività.

Se l'analisi del flusso di cassa mostra che stai esaurendo la liquidità; per far fronte alle spese, puoi pianificare modi per ridurre i costi, ottenere finanziamenti a breve termine o adottare misure per accelerare le entrate.

Se l'analisi del flusso di cassa mostra che hai denaro extra a portata di mano, considera se investirlo in nuove apparecchiature o risparmiare per periodi futuri con poche entrate.

Tieni presente che avere molti soldi a portata di mano non significa necessariamente che la tua attività sia redditizia, ciò è determinato dai tuoi margini di profitto. Al contrario, anche un'azienda con forti margini di profitto può avere problemi finanziari se non ha i soldi per pagare le spese. E un'attività che ha molti debiti in un determinato momento può ancora essere finanziariamente forte fintanto che il proprietario sa che con il flusso di cassa successivo potrà essere utilizzato per coprire i debiti.

Come posso condurre un'analisi del flusso di cassa?

È una buona idea eseguire un'analisi del flusso di cassa almeno una volta al mese, ma puoi ovviamente farlo più spesso. Se sei in un settore altamente stagionale o stai riscontrando problemi di liquidità, potresti voler fare un'analisi del flusso di cassa settimanalmente o persino giornalmente. Proietta il tuo flusso di cassa per qualsiasi periodo di tempo tu scelga. Da quattro a sei settimane è un buon punto di partenza. 

Come preparare un'analisi di flusso di cassa?

Il primo passo dell'analisi di un rendiconto finanziario è, ovviamente, la creazione di un'analisi di flusso di cassa. Se si utilizza un software di contabilità, il programma avrà la possibilità di creare facilmente rendiconti finanziari.

Inizia a creare un'analisi di flusso di cassa prendendo il saldo totale di cassa della tua azienda all'inizio del periodo di tempo scelto e inserendolo nel tuo foglio di calcolo. (Se in precedenza è stato creato un rendiconto finanziario, considera il saldo finale dall'ultimo rendiconto finanziario. Se questa è la prima volta, prendi il saldo di cassa dal proprio bilancio).

Successivamente, riempire gli spazi vuoti aggiungendo afflussi di denaro (denaro in entrata) e deflussi (denaro in uscita) suddivisi in tre categorie: attività operative, attività di investimento e attività di finanziamento. Contrassegnerai gli afflussi come positivi (+) e i deflussi come negativi (-).

  • Attività operative: gli afflussi operativi includono i fondi ricevuti dalle vendite / crediti pagati. I deflussi operativi includono denaro versato ai fornitori, libro paga dei dipendenti, eventuali imposte non correlate a investimenti o finanziamenti e ammortamenti di beni aziendali.

  • Attività di investimento: si riferisce all'acquisto o alla vendita di attività non correlate ad operazioni quotidiane, quali attrezzature aziendali, proprietà immobiliari o titoli. Il denaro speso per l'acquisto di questi articoli deve essere contrassegnato come deflusso; i soldi che guadagni dalla vendita o dal noleggio sono considerati afflussi.

  • Attività di finanziamento: l'emissione di azioni agli azionisti o il riacquisto, il pagamento di un prestito aziendale o la distribuzione di dividendi sono tutti esempi di attività di finanziamento. Se hai un prestito per la tua attività, ad esempio, il prestito verrebbe registrato come un afflusso; tuttavia, ogni pagamento effettuato sul prestito verrebbe registrato come deflusso.

Dopo aver registrato tutte le transazioni pertinenti sul rendiconto del flusso di cassa, fai tutte le operazioni per arrivare al saldo totale di chiusura (l'importo lasciato alla fine del periodo del rendiconto finanziario). Se il saldo di chiusura è superiore al saldo di apertura, si ha un flusso di cassa positivo. Se è inferiore, hai un flusso di cassa negativo.

Ecco un esempio di un rendiconto finanziario:

Utile netto





 €.125.000

















- Entrate non pagate dai clienti





€.75.000

















+ Le spese non pagate ai fornitori





€.25.000

















Flusso di cassa dalle operazioni










€.75.000













- Investimento in attrezzature





€.45.000

















Flusso di cassa da investimenti 










€.45.000













- Prelievi del titolare





 €.35.000

















flusso di cassa da finanziamenti










€.35.000













+ Totale contanti cassa iniziale










€.10.000













 Liquidità totale










€.5.000


Cosa devo cercare durante un'analisi del flusso di cassa?

La parte più difficile è stata fatta: hai compilato tutte le tue transazioni e creato un rendiconto finanziario. Il prossimo passo è guardare ogni riga e capire cosa ti mostra. Ecco alcuni punti chiave a cui prestare attenzione nell'esempio sopra:

Flusso di cassa dalle operazioni

Il tuo obiettivo principale per la tua attività è realizzare un profitto e potrebbe in alcuni mesi risultare dalle operazioni un flusso di cassa negativo, nonostante questo non è sempre un grosso problema se succede di rado. Il risultato finale dovrebbe essere positivo il più spesso possibile. Lo situazione ottimale è che questo risultato aumenti ogni trimestre o almeno ogni anno.

Crediti non ancora pagati dai clienti

Nell'esempio sopra, sebbene la società avesse profitti di € 125.000, avevano € 75.000 di debito non riscosso dai propri clienti o pagamenti in ritardo. Ciò ha ridotto di molto il flusso di cassa complessivo della società e può essere un segno che la società potrebbe fare un lavoro migliore con altri metodi di pagamento per incassare le fatture in tempo.

Investimento in attrezzature

A volte compaiono costi imprevisti e rovinano il flusso di cassa di un'azienda. Nel caso sopra, la società ha investito € 45.000 per l'acquisto di nuove attrezzature. Idealmente, questa è una spesa una tantum e pagherà le rate delle attrezzature registrati sui futuri rendiconti del flusso di cassa.

Denaro in contante

A causa dei debiti non riscossi, di un acquisto inatteso di attrezzature e di un prelievo di € 35.000 da parte del proprietario dell'azienda, il flusso di cassa finale durante questo periodo è stato di soli € 5.000.

Cosa devo fare con le informazioni sull'analisi del flusso di cassa?

Più frequentemente fai un'analisi del flusso di cassa, più imparerai da questo rendiconto finanziario, cominciando a vedere i modelli nei diversi periodi di tempo considerati. Ad esempio, potresti notare che il tuo flusso di cassa è positivo per la maggior parte del tempo, ma diventa regolarmente negativo durante la terza settimana di ogni mese. Sfortunatamente, noti anche che la maggior parte delle spese della tua attività è prevista per la quarta settimana del mese. Ciò significa che spesso sei a corto di liquidità, il che sta causando pagamenti in ritardo e danneggiando il tuo punteggio di credito aziendale e la reputazione con i fornitori.

Esaminando il tuo rendiconto finanziario, puoi capire come risolvere questi problemi. Per coprire la carenza, è possibile ridurre i costi o aumentare le entrate. Le idee per realizzarle potrebbero includere:

  • Adeguare il personale durante il mese per ridurre i salari
  • Acquista meno inventario se sei adeguatamente rifornito
  • Pagare i fornitori in seguito (restando comunque entro le date di scadenza, ovviamente)
  • Invia un'offerta speciale per attirare più clienti e aumentare le vendite
  • Contatta i clienti in ritardo per accelerare i pagamenti
  • Aumentare i prezzi
  • Trovare una fonte di capitale circolante a breve termine per farti tornare finanziariamente in attivo

La creazione di un'analisi del flusso di cassa potrebbe inizialmente sembrare difficile, ma una volta che inizi ti chiederai come hai mai gestito la tua attività senza di essa.