NEWS

Informazioni, aggiornamenti e notizie dalla nostra redazione

Come scrivere un business plan in 8 passaggi

Come scrivere un business plan in 8 passaggi

8 passaggi per la stesura di un business plan

1. Crea il tuo riepilogo esecutivo
2. Aggiungi la panoramica della tua azienda 
3. Esegui la tua analisi di mercato 
4. Definisci l'organizzazione della tua azienda 
5. Organizza i tuoi prodotti e servizi 
6. Spiega il tuo piano di marketing e vendite 
7. Descrivi il tuo piano finanziario e le proiezioni 
8. Aggiungi un'appendice 

Se hai appena avviato un'attività, hai bisogno di un business plan. In molti modi, il tuo business plan è la tua tabella di marcia: non solo guida te e altri stakeholder mentre fai crescere la tua attività, ma mostra anche investitori, istituti di credito o potenziali partner a cui è diretta la tua attività. Pertanto, un'azienda di successo richiede un business plan ben ponderato.

Sebbene la prospettiva di scrivere un business plan possa sembrare intimidatoria, non deve esserlo. Fintanto che ti prendi del tempo, includi informazioni essenziali e segui dei semplici passaggi, sarai sulla buona strada per creare il piano perfetto. Per aiutarti attraverso il processo, abbiamo creato questa guida su come scrivere un business plan, passo dopo passo. Ti guideremo attraverso ogni passaggio e sezione in modo da poter completare il tuo in pochissimo tempo.

Come scrivere un business plan in 8 passaggi

In generale, un business plan può essere suddiviso in otto sezioni principali. Il modo migliore per avvicinarsi a queste sezioni, specialmente se è la prima volta che scrivi un business plan, è prendere ogni sezione come un passo per attraversarne una alla volta.

Maurizio Ambrosio, CEO di Consulting Italia Group S.p.A., concorda con questo approccio su come scrivere un business plan, dicendo: “Un piano aziendale può essere semplicemente considerato come una risposta a una serie di domande. Prova a rispondere solo a poche domande alla volta. Preparare una piccola parte di un business plan alla volta è più semplice che chiudersi in ufficio per diverse settimane per finire il lavoro immediatamente e completamente."

Quindi, una volta completata ogni sezione, passo dopo passo, il risultato finale sarà un'analisi completa della tua azienda, così come è ora e come speri che sarà in futuro.

Passaggio 1: creare il riepilogo esecutivo

Il primo passo che dovrai fare quando scrivi un business plan è creare il tuo riepilogo esecutivo. Questo sommario esecutivo sarà il primo capitolo del tuo business plan: spiegherà cosa fa la tua attività, dove si trova attualmente la tua attività, dove vuoi portarla in tre o cinque anni e perché avrai successo.

Sebbene sembri una quantità significativa di informazioni, la sintesi non deve avere più di una o due pagine di lunghezza. Tuttavia, solo perché questa è una breve sezione del tuo piano non significa che non sia importante. In effetti, potrebbe essere la parte più importante del tuo business plan. Alcuni investitori potrebbero solo chiedere la vostra sintesi al momento di decidere se prendere in considerazione il tuo business-così vorranno assicurarsi che l’azienda possa stare in piedi da sola.

Tieni presente che qualsiasi informazione che non risponda alle domande "cosa, dove e perché" che abbiamo elencato sopra non dovrebbe essere inclusa nel tuo riepilogo esecutivo. Rendi più semplice questo passaggio del tuo business plan attenendoti alle seguenti sei informazioni.

  • Dichiarazione di intenti: in non più di un paragrafo, la dichiarazione di intenti ovvero la mission dovrebbe spiegare quali sono i vostri affari e gli obiettivi generali che avete.
  • Informazioni generali sulla società: indica quando è stata costituita la tua attività, il nome di eventuali fondatori e i loro ruoli, il numero di dipendenti e qualsiasi sede.
  • In evidenza: Successivamente, includi esempi (con grafici e diagrammi) di qualsiasi crescita che hai visto da quando hai iniziato l'attività. Questi potrebbero essere i punti salienti del mercato finanziario o le pietre miliari del business. Dovresti considerare questa parte del tuo riassunto come prova a sostegno del perché avrai successo. Se sei una startup, potresti non avere numeri da mostrare qui. In tal caso, fornisci informazioni sulle tue esperienze e punti salienti dei tuoi sforzi passati.
  • Prodotti e servizi: descrivi brevemente ciò che vendi effettivamente e a chi lo vendi. Se non hai ancora un prodotto, descrivi i tuoi piani per l'offerta di prodotti.
  • Informazioni finanziarie: se sei alla ricerca di finanziamenti alle imprese, ti consigliamo di includere gli obiettivi di finanziamento alla fine del riepilogo esecutivo. Assicurati di includere qualsiasi informazione su banche o istituti di credito con cui hai lavorato finora.
  • Piani per il futuro: riassumi dove pensi di portare la tua attività in futuro.

Ricorda: sebbene possa sembrare esteso, questo è innanzitutto un riepilogo, quindi ti consigliamo di mantenerlo breve e mirato. A questo punto, restano ancora sette passaggi da completare, quindi avrai molto tempo per entrare nei dettagli in seguito. Con questo primo passo, stai mostrando ai lettori in cosa stanno entrando. Tuttavia, è anche importante ricordare che come primo passo - e breve - ogni parola del tuo sommario esecutivo conta. Se non hai pensato abbastanza al tuo business plan, lo mostrerà.

Se stai lottando con la stesura del tuo riepilogo esecutivo fin dall'inizio , prova a lavorarci dopo aver finito di scrivere il tuo business plan dall'inizio alla fine — in questo modo, avrai una solida conoscenza dei dettagli e sarà consolidato al meglio per riassumerli.

Passaggio 2: aggiungi la panoramica della tua azienda

Il secondo passo che vorrai fare quando scrivi un business plan è aggiungere la panoramica della tua azienda. Sebbene questo passaggio possa sembrare simile a quello che hai appena scritto nel riepilogo esecutivo, la panoramica della società è uno sguardo di alto livello sulla struttura della tua attività e su ciò che fai.

Quando scrivi la panoramica della tua azienda, quindi, puoi pensare di scomporla in questo modo:

  • Cosa fa la tua attività: inizia la sezione panoramica della tua azienda con alcune frasi che descrivono ciò che fa la tua attività. Puoi pensare a questa parte come al tuo elevator pitch per iscritto. Il primo pezzo della panoramica della tua azienda ha lo scopo di dare a lettori e investitori un senso generale della tua attività.
  • Industria e mercato della tua attività: Successivamente, ti consigliamo di spiegare la natura del settore e del mercato che la tua azienda offre. Dove ti inserisci? Qual è la necessità che la tua azienda sta servendo in modo specifico e come puoi soddisfarla? Ancora una volta, la spiegazione della tua offerta sul mercato dovrebbe essere breve e concisa.
  • La forma giuridica della tua attività: una volta che hai espresso il tono e spiegato la tua proposta di valore, ti consigliamo di descrivere la forma giuridica della tua attività. Sei una ditta individuale, snc, sas, srl o S.p.A:? Assicurati di spiegare che tipo di società è la tua azienda e di fornire anche una panoramica della struttura della tua proprietà.

Ricorda, proprio come il riepilogo esecutivo, ti consigliamo di tenere breve la panoramica della tua azienda, ancora una volta, questa non è la sezione per approfondire i dettagli. In sostanza, la panoramica della società di un business plan offre una rapida, ma accattivante, idea di cosa fai, chi servi e perché sarai in grado di servirli. Inoltre, questa sezione include anche una breve occhiata all'attuale struttura legale e proprietaria della tua attività, in modo che i potenziali investitori sappiano in cosa stanno entrando.

Passaggio 3: eseguire l'analisi del mercato

Il tuo prossimo passo è eseguire un'analisi approfondita del tuo settore, mercato e concorrenti. Mentre le prime due sezioni erano panoramiche, questa sezione è dove inizierai ad entrare nei dettagli.

Lo scopo dell'analisi di mercato è quello di consentire agli investitori di venire fuori con la certezza che tu, il proprietario dell'azienda, hai una solida conoscenza delle dinamiche del tuo settore, mercato e concorrenti.

Per mostrare questa comprensione, l'analisi del mercato dovrebbe includere le seguenti sezioni:

  • Descrizione del settore: dai al lettore uno sguardo del tuo settore. Descrivi quanto è grande, come è cresciuto in passato, in che modo i leader del settore prevedono che crescerà in futuro e altre importanti tendenze e caratteristiche. Quindi, elenca gli attori importanti nel tuo settore.
  • Panoramica del mercato target: hai esaminato il tuo settore nel suo insieme, ora vorrai discutere il tuo mercato target.
  • Caratteristiche del mercato target: chi sono i clienti nel tuo mercato target e quali sono le loro esigenze? Chi sta attualmente cercando di soddisfare tali esigenze? Dove si trova il tuo mercato di riferimento? Qual è la chiave demografica che stai servendo? Queste sono le domande alle quali dovresti rispondere mentre fornisci informazioni approfondite sul tuo mercato di riferimento.
  • Dimensione e crescita del mercato target: dovresti anche dare ai lettori un'occhiata a quanto è grande il tuo mercato target. Cerca di fornire quanti più dati possibili su come il tuo mercato di riferimento effettua acquisti nel settore generale: quanti, quante volte e in quale momento dell'anno. Dopo aver esaminato lo stato attuale del tuo mercato di riferimento, dai un'idea della crescita prevista del tuo mercato.
  • Il potenziale della tua quota di mercato: ora che sai come sarà il tuo target di mercato senza di te, come sarà con te? Quanta quota di mercato ti aspetti di guadagnare nella tua area geografica target?
  • Prezzi di mercato: conducendo questa ricerca di mercato, puoi dare la migliore stima di come dovresti valutare i tuoi prodotti, come dovresti distribuire il tuo prodotto e come puoi avanzare con le strategie promozionali.
  • Barriere: assicurati di includere eventuali barriere all'ingresso nel mercato che potresti incontrare. Potrebbe trattarsi di regolamentazione, cambiamento tecnologico, elevati investimenti, o mancanza di personale nell'area.
  • Ricerca sulla concorrenza: ora che hai esaminato il tuo mercato di riferimento nel suo insieme, puoi restringere la concorrenza. Guarda la loro quota di mercato, i punti di forza e di debolezza, gli ostacoli che presentano, le partnership e così via.

A causa dei dati, della ricerca e della quantità di informazioni coinvolte in questa sezione, quando si scrive un business plan, questo passaggio potrebbe richiedere molto più tempo. Tuttavia, in quanto elemento cruciale per il tuo business plan globale, vorrai assicurarti che contenga tutti i dettagli necessari, sia ben studiato e mostrerà ai lettori che sei informato sul tuo mercato specifico e sul ruolo della tua attività in quel mercato.

Quando abbiamo parlato con Luca Ambrosio, dei suoi migliori consigli su come scrivere un business plan, ha sottolineato l'importanza di questa sezione: “Devi chiarire chiaramente la logica del perché stai attaccando un'opportunità di mercato in un certo modo — Parte di ciò deriva dalle esigenze dei clienti — e l'altra parte dal fatto che i concorrenti non soddisfano queste esigenze. Aiuta il tuo pubblico a vedere quello che vedi."

Passaggio 4: definire l'organizzazione dell'azienda

Qual è il prossimo passo nella stesura di un business plan? Definire l'organizzazione e la struttura di gestione della tua azienda.

Questa sezione spiega chi fa cosa nella tua azienda, qual è il background di tutti e quali esperienze passate portano al team.

Ecco cosa devi scomporre:

  • Struttura organizzativa: prima di immergerti nei dettagli di ciascun stakeholder, spiega dove si inseriscono nell'intero quadro. L'inizio di questa sezione dovrebbe includere un organigramma che mostri come è strutturata la tua attività. Ciò mostrerà che sai chi gestisce quale aspetto della tua attività.
  • Struttura della proprietà: ne hai già parlato nella panoramica della tua azienda, ma qui dovresti approfondire un po’ come la tua azienda è legalmente strutturata. Spiega chi possiede cosa e quanto possiede.
  • Background dei proprietari e del consiglio di amministrazione: Successivamente, spiega il background del tuo team, manager, partner e consiglio di amministrazione. Queste descrizioni dimostreranno ai potenziali investitori che ti sei circondato di individui che possono e renderanno il tuo business un successo.
  • Necessità di assunzione: se il tuo team non è così grande in questo momento, probabilmente dovrai espanderti in futuro. Elenca tutte le assunzioni chiave che dovrai fare per raggiungere i tuoi obiettivi.

Passaggio 5: metti a disposizione i tuoi prodotti e servizi

Dopo aver descritto la struttura organizzativa della tua azienda, è tempo di immergerti nel prodotto o nel servizio fornito dalla tua azienda. Con questo passaggio, il tuo obiettivo è definire i tuoi piani per il posizionamento del tuo prodotto.

Quando si redige un business plan, è possibile iniziare questa parte descrivendo il servizio o il prodotto e a chi è destinato. Che bisogno soddisfa specificamente?

Per approfondire ulteriormente, ecco esattamente cosa dovrebbe contenere questa sezione:

  • Una descrizione del tuo prodotto o servizio: includi qui i dettagli del tuo prodotto ed evidenzia ciò che distingue il tuo prodotto o servizio. Assicurati di parlare di come il tuo prodotto soddisfa le esigenze dei tuoi clienti e di come è diverso dai tuoi concorrenti. Si tratta di inquadrare il problema e la soluzione che la tua azienda offre.
  • Stato attuale dei prodotti: spiega dove si trova attualmente la tua offerta. È solo in fase di idea o hai un prodotto finale pronto per andare sul mercato? Dai un quadro realistico e onesto di quanto è sviluppato il tuo prodotto o servizio principale.
  • Ricerca e obiettivi di sviluppo del prodotto: se il tuo prodotto è ancora nella fase di ideazione o creazione, descrivi come lo porterai a un prodotto finalizzato. Quali attività di ricerca e sviluppo devono essere fatte prima di arrivare sul mercato? Inoltre, se hai piani per prodotti futuri che desideri ricercare e sviluppare, annotali qui.
  • Proprietà intellettuale: ciò vale principalmente per la tecnologia o le società scientifiche, ma se si dispone di proprietà intellettuale proprietaria della propria attività e cruciale per il proprio successo, è necessario spiegarlo nella sezione relativa allo sviluppo del prodotto. Nota se si dispone di brevetti o sono in corso di richiesta del brevetto.
  • Approvvigionamento e realizzazione: ti affidi ad altri fornitori per fornire il tuo prodotto o servizio? In tal caso, assicurati di chiarirlo quando stai scrivendo un business plan. Includi informazioni sulla provenienza di qualsiasi inventario o materiale, su come riceverli e sulla frequenza con cui hai bisogno di realizzarli.

In definitiva, questa è la sezione del tuo business plan riservata a far risplendere il cuore della tua attività, il tuo prodotto o servizio.

Passaggio 6: spiegare il piano di marketing e vendite

Ora che hai fornito tutti i dettagli cruciali della tua offerta di prodotti principali, il passo successivo nella stesura di un piano aziendale è spiegare come commercializzerai e venderai il tuo prodotto o servizio.

Cominciamo dal lato marketing. Come troverai i clienti e li farai interessare alla tua attività?

In generale, ecco come potrebbe apparire la parte marketing di questa sezione:

  • Posizionamento: la prima parte del tuo piano di marketing copre il modo in cui stai posizionando la tua attività e i tuoi prodotti. Il modo in cui posizioni il tuo marchio determina come i clienti ti trovano e interagiscono con te. Offri un servizio gratuito? O il servizio che può garantire la qualità? Questo è ciò che ti distingue dai tuoi concorrenti in un senso di branding.
  • Promozione: dopo aver spiegato come ti posizionerai in modo univoco, ora spiega dove spargerai la voce e come raggiungerai i tuoi clienti. Ciò implica qualsiasi piano tu abbia per confezionare il tuo prodotto, pubblicizzare il prodotto (online o con fonti tradizionali), occuparsi di pubbliche relazioni o impegnarsi in pratiche di content marketing.

Una volta che hai spiegato un quadro di marketing, immergiti nel tuo piano di vendita:

  • Forza vendita: descrivi chi venderà il tuo prodotto. Hai bisogno di una forza vendita? In tal caso, quanto deve essere grande il tuo team di vendita? Chi li formerà? Ora è il momento per te di indossare il cappello di un direttore alle vendite.
  • Strategia di vendita: dai una panoramica di come venderai il tuo prodotto o servizio. Il tuo team chiamerà a freddo potenziali clienti? O parteciparai alle riunioni di vendita di persona? Ecco come iniziare e chiudere l'affare. Assicurati di descrivere l'aspetto della canalizzazione di vendita per la tua azienda.

Anche se potresti non sapere esattamente come andranno a buon fine le vendite e il marketing o quali canali avranno più successo per te, ti consigliamo comunque di fornire una panoramica chiara e concisa di come prevedi di vendere il tuo prodotto.

Come ci ha detto Maurizio Ambrosio, per quanto riguarda il suo suggerimento su come scrivere un business plan: "La parte più importante di qualsiasi business plan è elencare le ipotesi chiave che devono essere dimostrate per il funzionamento della nuova impresa, nonché i test che verranno eseguiti per dimostrare o confutare queste ipotesi." Pertanto, man mano che la tua attività progredisce e può verificare le tue ipotesi di vendita e marketing e man mano che impari di più, puoi tornare a questa sezione e modificare o implementare le informazioni secondo necessità.

Passaggio 7: descrivere il piano finanziario e le proiezioni

Sebbene questa sezione arrivi alla fine del business plan, può essere la parte più importante dell'intero documento. Con questo passaggio, quindi, descriverai in dettaglio il tuo piano finanziario e le tue proiezioni, dando uno sguardo allo stato attuale delle tue finanze e mappando dove vorresti essere finanziariamente in futuro.

Se sei in attività da un po’ di tempo, in questa sezione utilizzerai i dati finanziari delle performance passate. Se hai dati precedenti da mostrare, dovresti includere i seguenti rendiconti finanziari:

Anche se non disponi di dati finanziari precedenti della tua azienda, devi includere le proiezioni finanziarie in questa sezione. Le proiezioni finanziarie sono supportate dai dati passati o sono determinate da ricerche e analisi sul settore e sui principali concorrenti.

Detto questo, quando prevedi i dati finanziari della tua attività, ti consigliamo di includere questi documenti essenziali:

  • Dichiarazioni di entrate previste
  • Previsioni sul flusso di cassa
  • Bilanci
  • Budget delle spese in conto capitale

In genere, un piano aziendale approfondito prevede proiezioni finanziarie per i primi 12 mesi di attività, ma ha anche una prospettiva più lunga e illustra un piano per i prossimi tre o cinque anni. Per conoscere tutti i dettagli relativi alla creazione di una proiezione finanziaria, è possibile decidere di consultare un commercialista o un altro consulente finanziario.

L'ultima parte del tuo piano finanziario dovrebbe includere qualsiasi finanziamento di cui la tua azienda abbia o avrà necessità in futuro.

Che tu abbia intenzione di ottenere finanziamenti attraverso finanziamenti azionari con investitori o società di capitali, o attraverso finanziamenti con prestiti alle piccole imprese, ecco cosa devi includere in una richiesta di finanziamento:

  • L'importo del finanziamento necessario in questo momento
  • Qualsiasi finanziamento ti servirà in futuro
  • Scopo e impatto dei fondi (capitale circolante, acquisti di attrezzature, spese di franchising, acquisizione di un'azienda, ecc.)

Con questo pezzo del tuo piano finanziario, un potenziale investitore che legge il tuo business plan sarà in grado di determinare esattamente in che modo qualsiasi contributo finanziario che apportano avrà un impatto sul business. E se hai specificamente bisogno di un business plan a fini di un finanziamento, questa guida può aiutarti.

Infine, questa è anche la sezione in cui vorrai includere grafici e diagrammi per illustrare visivamente l'attuale situazione finanziaria della tua azienda e i piani per il futuro.

Passaggio 8: aggiungere un'appendice

Quando si esaminano tutti i passaggi coinvolti nella stesura di un business plan, questo passaggio finale può sembrare irrilevante, tuttavia non è così. Sebbene l'appendice si trovi alla fine del tuo piano aziendale, conterrà anche tutte le informazioni di supporto che non hai incluso finora nel tuo documento.

In particolare, se hai dati aggiuntivi, grafici, note o ulteriori spiegazioni che sono essenziali per la creazione di un piano completo, includerai quelli nell'appendice. In questa sezione è inoltre possibile aggiungere contratti, documenti legali, permessi e immagini dei prodotti.

Inoltre, l'appendice è anche un ottimo posto per inserire il proprio curriculum e i curricula di tutti i membri chiave del team di gestione - in questo modo i lettori possono fare riferimento all'appendice se hanno bisogno di più informazioni - ma non saranno distratti da lunghe spiegazioni di testo o numeri confusi durante l'analisi del piano.

Come ci ha spiegato Roxana Mangandi, esperta di piccole aziende “Ricorda che stai raccontando una storia della tua visione unica. Non c'è niente di più sconvolgente in una grande storia di un mucchio di tabelle, grafici, contesto storico e immagini che fanno uscire il lettore dal mondo che la tua storia sta creando. Qualsiasi informazione aggiuntiva "piacevole da avere" ma non completamente allineata con lo scopo principale del business plan dovrebbe essere trasferita all'Appendice, dove il lettore può scegliere di digerire queste informazioni aggiuntive a piacimento."

Dal punto di vista logistico, quindi, l'appendice dovrebbe iniziare con un sommario che suddivide le sezioni del business plan, seguito dalle informazioni aggiuntive che corrispondono a ciascuna sezione.

Considerazioni finali

Ecco qua - dato che abbiamo analizzato come scrivere un business plan, passo dopo passo, ora hai gli strumenti di cui hai bisogno per creare un business plan completo.

Il punto migliore da cui iniziare è la ricerca approfondita del settore, dei concorrenti e delle risorse finanziarie in modo da avere a disposizione la maggior parte delle informazioni di cui dovrai fare riferimento e includerle nel business plan mentre ti siedi per scriverle.

Una volta che hai iniziato a scrivere, ricorda di essere conciso ed efficiente, tieni a mente il tuo pubblico.

Il nostro consiglio finale? Immergiti subito. Questo documento aziendale cruciale non si scriverà da solo, quindi è ora di andare avanti e, una volta terminato, questa sarà un'altra cosa che puoi controllare sulla tua check list aziendale.