Impresa

15 errori comuni nelle piccole imprese

Iniziare e gestire un’azienda è difficile, non importa chi tu sia o quale sia la tua attività. Alla fine della giornata, non c’è dubbio che commetterai alcuni errori mentre procedi nel processo di avvio della tua attività, e non c’è nulla di sbagliato in questo (soprattutto se puoi imparare da loro). Detto questo, tuttavia, con tutta l’esperienza storica di altre imprese e imprenditori, una delle azioni più vantaggiose che puoi intraprendere per la tua attività è quella di imparare dai comuni errori delle piccole imprese che hanno commesso.

15 degli errori più comuni nelle piccole imprese

Come abbiamo detto, gli errori accadono e certamente ti succederanno durante tutto il ciclo di vita della tua attività. Tuttavia, esplorando gli errori più comuni delle piccole imprese che altri hanno commesso – e imparando cosa fare per evitarli – puoi iniziare i tuoi sforzi nel modo più intelligente possibile.

Analizziamo 15 dei più comuni errori delle piccole imprese commessi da startup e imprenditori:

1. Non saper pianificare

Il proverbio dice: “Se fallisci nella pianificazione, stai pianificando il tuo fallimento”. Uno degli errori più comuni delle piccole imprese è la mancata pianificazione, soprattutto al primo avvio dell’attività. Senza un business plan per guidare la tua startup e la tua crescita, avrai difficoltà a prendere decisioni, ottenere prestiti o coinvolgere gli investitori.

Soluzione : esistono molti strumenti per aiutarti a scrivere un business plan. Ad esempio scarica un modello di business plan gratuito che è possibile utilizzare.

2. Saltare le ricerche di mercato

Alcuni imprenditori avviano attività basate su un rapido esame di amici e parenti che affermano che si tratta di una “buona idea”. Ma gli amici e la famiglia non sono sufficienti per sostenere una startup in futuro e senza un mercato target ben definito, la tua azienda farà fatica a competere. Pertanto, non commettere l’errore comune delle piccole imprese di saltare le ricerche di mercato.

Soluzione : condurre invece ricerche di mercato approfondite per individuare i clienti target ideali nel modo più stretto possibile. Utilizza fonti secondarie, come i dati del censimento e fonti primarie, come il sondaggio di potenziali clienti o l’organizzazione di focus group per ricercare e raccogliere il maggior numero di informazioni possibile.

3. Scegliere la forma giuridica sbagliata

La tua azienda è una ditta individuale solo per impostazione predefinita o hai formato una società perché questo è “il modo standard per farlo”? Selezionare rapidamente la propria forma giuridica può esporvi a rischi legali, rendere difficile la raccolta di capitali o impigliarsi nella burocrazia. Inoltre, ci sono vantaggi e svantaggi nella scelta di ciascuno dei tipi di forma giuridica e potrebbe esserci un tipo più vantaggioso per la tua attività.

Soluzione : prima di avviare la tua attività, parla dei tuoi piani e obiettivi con un avvocato e un commercialista. Possono aiutarti a valutare la tua situazione attuale e i piani futuri per scegliere la struttura aziendale più adatta alle tue esigenze.

LEGGI ANCHE  Contributi fondo perduto alle imprese: Ecco come funziona il decreto rilancio

4. Aspettare troppo per assumere

Stai cercando di risparmiare denaro o hai difficoltà a delegare? Aspettare troppo per assumere e correre attraverso il processo è uno degli errori comuni delle piccole imprese che può danneggiare significativamente la crescita aziendale. Se non assumi personale quando ne hai bisogno, o assumi il primo candidato che incontri perché sei sommerso di cose da fare, finirai con più lavoro invece dell’assistenza di cui la tua azienda ha bisogno.

Soluzione: sia che si tratti di arruolare uno dei tuoi figli per riempire le buste o di utilizzare un servizio di progettazione grafica online per creare il proprio logo, sforzarsi di delegare piccoli compiti dall’inizio dell’avvio. Ciò renderà più semplice il futuro. Inoltre, riconosci quando è il momento di assumere un lavoratore a tempo indeterminato e sii selettivo e attento mentre attraversi quel processo.

5. Costruire la squadra sbagliata

Un errore altrettanto costoso, come abbiamo appena detto, è assumere troppo rapidamente, in modo da formare la squadra sbagliata. Assumere la squadra sbagliata non ti costerà solo denaro, ma farà iniziare la tua attività con il piede sbagliato e danneggiando il morale generale.

Soluzione: assumere con cura e attenzione. Passa attraverso un processo di intervista con tutti, anche se hai già lavorato con la persona prima o se il candidato è un amico. Inoltre, prima di assumere qualcuno basandoti solo sull’abilità, prenditi un momento per valutare se questo candidato è adatto o meno alla cultura. Le squadre funzionano meglio quando tutti lavorano insieme vanno d’accordo.

6. Non avere un sito web

Secondo un recente sondaggio, quasi la metà dei proprietari di piccole imprese non ha un sito Web. Nella prima era digitale, questo comune errore al momento di avviare un’impresa, ma non preoccuparti di dirlo a nessuno o di non mettere un cartello fuori dal tuo negozio.

Soluzione : oggi, la maggior parte delle società di web hosting non solo ospiterà il tuo sito, ma progetterà e manterrà per te. Anche se hai poca o nessuna esperienza tecnica, ci sono numerose soluzioni disponibili che possono aiutarti a avviare un sito Web aziendale in modo rapido e semplice.

7. Aspettare troppo per cercare finanziamenti

Trovare finanziamenti per le piccole imprese può richiedere molto tempo e se aspetti fino a quando non hai davvero bisogno di denaro, potresti essere costretto a accontentarti di opzioni tutt’altro che ideali.

Soluzione : mantieniti aggiornato sul flusso di cassa e crea previsioni finanziarie in corso. Questo ti aiuta a individuare i potenziali opzioni con largo anticipo, in modo da poter prendere provvedimenti per cercare capitali in anticipo. Fare domanda per un finanziamento mentre le finanze aziendali sono ancora in buona forma aumenta le possibilità di approvazione.

8. Sottovalutare il tuo prodotto o servizio

Se i tuoi prezzi non sono abbastanza alti da realizzare un profitto sufficiente, la tua attività fallirà lentamente anche se porti sempre più clienti a bordo. Questo è uno degli errori comuni delle piccole imprese che spesso affligge le imprese basate sui servizi, in cui la tentazione è di giocare a ribasso per ottenere i tuoi primi clienti. Sfortunatamente, questo può essere un errore dannoso.

Soluzione : utilizzare parametri di riferimento del settore per i margini di profitto, così come le proiezioni finanziarie e le vendite, per calcolare i tuoi margini di profitto desiderati e quindi il prezzo del tuo prodotto o servizio di conseguenza. Puoi anche esaminare quali prezzi applicano le attività concorrenti nella tua zona. Detto questo, tuttavia, la sotto quotazione degli altri sul prezzo raramente funziona per le piccole imprese, invece, capire quale valore è possibile aggiungere per giustificare prezzi più alti.

LEGGI ANCHE  Annunci offerte attività in vendita. Cosa valutare?

9. Pensare a un prestito commerciale è la tua unica risposta

Quando la tua azienda ha bisogno di finanziamenti, potresti pensare che sia senza speranza perché in passato hai avuto problemi a ottenere un prestito per piccole imprese o non soddisfi i criteri dei finanziatori.

Soluzione : pensare fuori dagli schemi. I prestiti bancari tradizionali non sono l’unica fonte di finanziamento. Il finanziamento delle attrezzature, l’anticipo delle fatture, gli anticipi in contanti o persino l’uso di carte di credito potrebbero funzionare per te, quindi esamina tutte le tue opzioni. Inoltre, se ricordi il nostro consiglio in alto, non aspettare fino a quando non avrai assolutamente bisogno del finanziamento per iniziare a cercare ed esplorare il finanziamento disponibile per la tua attività: sii proattivo.

10. Mancato investimento nel marketing

Molti proprietari di piccole imprese vedono il marketing come una spesa non necessaria e esitano a spendere fondi significativi, se non del tutto, per pubblicizzare la propria attività. Di conseguenza, tuttavia, non costruiscono mai la consapevolezza del marchio, generano lead o creano interesse.

Soluzione : ricorda che il marketing è un investimento, non una spesa. A seconda del settore, degli obiettivi e della fase in cui opera, la percentuale di entrate che spendi per il marketing può variare dal 2% al 20%. Ricerca i parametri di riferimento per il tuo settore e sii disposto a investire. Se una campagna pubblicitaria da € 2.000 potrebbe attirare un cliente da € 20.000, non ne vale la pena? Inoltre, puoi iniziare utilizzando opzioni gratuite o quasi gratuite, come reti, social media e SEO, e accelerando man mano che la tua attività cresce.

11. Non mettere accordi per iscritto

Quando ottieni un nuovo cliente o una partnership, potresti essere così eccitato da saltare subito all’inizio e trascurare di appianare tutti i dettagli. Questo è uno degli errori comuni delle piccole imprese che può causare enormi problemi – fino alle cause legali incluse – se qualcosa va storto o sorge un malinteso.

Soluzione : per evitare questo problema, insistere sempre su un contratto scritto prima di fornire un servizio o prodotto o entrare in una relazione d’affari. Utilizza modelli su siti Web per iniziare e per redigere contratti per situazioni comuni che devono affrontare la tua attività, quindi chiedi a un legale di esaminarli.

12. Ignorare la contabilità

La contabilità non è il punto di forza di tutti. Man mano che la tua azienda cresce, potresti essere tentato di consegnare i tuoi processi finanziari a un contabile e smettere di prestare attenzione. Sfortunatamente, ignorare la tua contabilità ti mette a rischio di problemi di flusso di cassa, o peggio. Non prestare attenzione al flusso di cassa, in particolare, può essere uno degli errori più comuni delle piccole imprese che danneggia maggiormente la tua attività.

Soluzione : anche se il commercialista gestisce la contabilità quotidiana, è necessario comprendere i concetti di base della contabilità. È possibile trovare corsi di contabilità di base. Inoltre, con programmi di contabilità intuitivi dovresti essere in grado di utilizzare uno di questi sistemi per monitorare le tue finanze aziendali a colpo d’occhio.

LEGGI ANCHE  Differenti metodi per valutare una cessione aziendale

13. Scegliere una nicchia troppo ampia (o troppo stretta)

Ti aspetti che la tua piccola impresa attiri tutti le persone single italiani di età inferiore ai 25 anni? Con un mercato target così ampio, ti stai preparando per il fallimento e gli investitori e altri consulenti saranno in grado di vedere questo problema.

D’altra parte, se stai cercando di riempire una nicchia estremamente specifica che attirerà solo una popolazione molto piccola, dovrai affrontare lo stesso tipo di problema. Che sia troppo ampio o troppo stretto, non vuoi fare l’errore di scegliere un’idea di piccola impresa all’interno di una nicchia che non consentirà effettivamente alla tua azienda di crescere e prosperare.

Soluzione: trovare una via di mezzo: un mercato target abbastanza piccolo da catturare, ma abbastanza grande da generare un profitto ragionevole. Sentirai spesso che “la nicchia è bella”, tuttavia, un mercato troppo specifico può essere altrettanto problematico di un mercato troppo ampio.

14. Cercare di evitare il gergo legale

Come accennato in precedenza quando discutiamo di forme giuridiche, alcuni proprietari di aziende vedono termini legali, come SRL, statuti societari, proprietà intellettuali, e invece di chiedere aiuto, evita semplicemente questo aspetto essenziale della gestione di un’azienda. Evitare le parti legali della tua azienda, tuttavia, può essere un altro degli errori più comuni delle piccole imprese che è più dannoso per le tue operazioni.

Soluzione: se non si desidera gestire autonomamente le questioni legali relative alla propria attività, cerca le competenze che possono aiutarti. Puoi consultare un avvocato d’affari per assistenza pratica. Più fai per gestire le parti legali della tua attività, meglio sarai a lungo termine.

15. Non ascoltare i consigli

È fantastico che tu sia appassionato della tua idea e, a volte, devi ignorare gli oppositori per realizzare il tuo sogno. Tuttavia, alcuni imprenditori zelanti cadono in trappola nel respingere qualsiasi critica costruttiva o consulenza che ricevono, il che può portarti a perdere l’opportunità di affrontare eventuali problemi prima che si verifichino.

Soluzione: capire come ordinare i commenti veramente negativi e le critiche costruttive. Se qualcuno ti offre un consiglio genuino, considera di fermarti e ascoltare attentamente. Fonti speciali come potenziali clienti, investitori, finanziatori o mentori hanno maggiori probabilità di essere onesti con te rispetto a familiari e amici, quindi presta particolare attenzione a ciò che hanno da dire e puoi evitare di commettere alcuni gravi errori con la tua piccola impresa.

Errori comuni delle piccole imprese: Considerazioni finali.

Alla fine della giornata, anche se abbiamo discusso di 15 dei più comuni errori commessi da piccole imprese e imprenditori, non dovresti aver paura di sbagliare. Invece, dovresti aver paura di fare errori che avrebbero potuto essere facilmente evitati. Come abbiamo detto, avviare e gestire un’azienda non è un processo facile.

Uno dei modi migliori per farlo, ancora una volta, è quello di imparare dagli altri, analizzando gli errori che hanno commesso, considerando come potrebbero applicarsi alla tua attività e cosa puoi fare per evitarli. Quindi, una volta che sei un imprenditore esperto e collaudato, puoi aiutare quelli che hanno appena iniziato fornendo le tue conoscenze e parlando con loro degli errori che hai fatto e di come possono imparare da te per aiutare la loro attività a crescere e avere successo.

NON PERDERTELO!
Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato gratuitamente sulle ultime novità per la tua impresa.

 

Invalid email address
Iscriviti, è gratis e non ti invieremmo mai spam. Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy.

Cosa ne pensi?

Fantastico
2
Interessante
1
Wow
2
Non ho capito..
0

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Impresa