Impresa

Come eliminare il debito delle piccole imprese in 7 semplici passaggi

La tua attuale situazione finanziaria aziendale è insostenibile e stai affrontando la prospettiva del fallimento e forse anche di perdere del tutto la tua attività. La  sensazione sgradevole di avere qualsiasi tipo di indebitamento, cresce quando hai a che fare con il debito aziendale:

Non puoi scappare dal debito aziendale o non fare nulla sperando che si metta a posto da solo, ma puoi prendere provvedimenti per tenerlo sotto controllo o trovare in altro modo un alleggerimento del debito aziendale. Se hai difficoltà con il debito delle piccole imprese, ti guideremo passo dopo passo attraverso ciò che devi fare per eliminare ciò che devi e riportare la tua attività in una buona posizione finanziaria.

Ma per iniziare, approfondiamo un po’ di più su cos’è il debito aziendale e le situazioni che possono portare un’azienda a indebitarsi.

Che cos’è il debito aziendale?

Il debito commerciale è denaro dovuto da un’impresa a terzi. La gestione del debito delle piccole imprese diventa insostenibile quando le imprese non possono permettersi di rimborsare ai creditori in tempo e per intero importo.

Ci sono molte ragioni per cui un’azienda si indebita, alcune delle quali sono strategiche. Ad esempio, potresti aver bisogno di un prestito per piccole imprese  per finanziare una nuova opportunità di business, ma se la tua azienda non genera abbastanza entrate per coprire le spese, quindi decidi di chiedere un prestito. Ma poi succede qualcosa e l’opportunità di business non funziona come te lo aspettavi. Ora hai un debito aggiuntivo che devi estinguere, ma la tua attività non genera entrate aggiuntive.

Accumulare debiti che non puoi estinguere è spaventoso, ma c’è speranza. Di seguito, ti mostreremo come gestire il tuo debito aziendale.

Come estinguere il debito aziendale: 7 passi

Alcuni metodi di gestione del debito delle piccole imprese sono abbastanza ovvi, mentre altri sono più complessi. Ti forniremo un insieme di informazioni di ciò che potresti  fare in modo che tu possa organizzare i metodi migliori per riportare in vita la tua attività.

 

  1. Valuta e rielabora il tuo budget

Prima di affrontare il debito aziendale, devi avere una solida conoscenza della tua attuale situazione finanziaria. Valuta come sta funzionando il tuo budget aziendale. Dove stanno andando esattamente i tuoi soldi ed se è  il miglior uso per i tuoi fondi.

Un buon budget aziendale aiuta a identificare le fonti di reddito; costi fissi giornalieri, mensili e annuali; e tiene conto di tutte le spese variabili come l’affitto o altri costi imprevisti.

In definitiva, valutare e rielaborare il budget dovrebbe essere il primo passo nella formazione di un piano d’azione per raggiungere i tuoi obiettivi di eliminazione del debito.

  1. Riduci le spese

Una volta che hai fatto il punto sul tuo budget, dai un’occhiata ai tuoi costi operativi. Hai spese in eccesso di cui puoi fare a meno? Decidi quali servizi e operazioni sono assolutamente necessari per il funzionamento quotidiano della tua attività e taglia il resto.

Fai le seguenti domande : paghi per abbonamenti che usi raramente? Ci sono costi che puoi sospendere temporaneamente? Potresti potenzialmente negoziare prezzi ridotti e tariffe forfettarie con determinati fornitori? Stai spendendo il massimo in canali pubblicitari che producono un rendimento minimo? Anche le piccole cose possono trasformarsi in un debito commerciale sostanziale.

Usa i tuoi rendiconti finanziari per individuare le spese che contribuiscono al tuo debito. Tagliare i costi è un modo intelligente per aumentare il flusso di cassa e ridurre il carico del debito.

  1. Paga temporaneamente in contanti

Cambiare il modo in cui copri le spese aziendali può aiutarti a tenere sotto controllo il carico del debito delle piccole imprese.

Se continui a utilizzare una linea di credito aziendale o una carta di credito aziendale per effettuare acquisti, il tuo debito aumenterà e continuerai a preoccuparti di come ripagarlo. Assegnando una certa quantità di denaro ogni mese, come dettato dal tuo budget, e attenendoti ad esso, sarai in grado di acquistare solo ciò che ti puoi veramente permettere. Pagare in contanti o equivalenti come assegni aiuta a eliminare l’acquisizione di nuovi debiti commerciali e ti impedisce di lasciare che il tuo debito esistente aumenti con gli interessi.

Questa opzione potrebbe non essere adatta a tutti: se hai intenzione di ristrutturare il tuo debito (vedi sotto) vuoi avere tanti soldi a portata di mano per avere un buon rendiconto  per i finanziatori. Considera attentamente questo metodo prima di renderlo la base dei tuoi obiettivi di eliminazione del debito.

  1. Comunicare con creditori e finanziatori

Puoi fare un paio di cose qui per aiutare a ridurre il carico del debito o gli interessi sul debito nel tempo.

  • Indagare l’opportunità di abbassare i tassi di interesse. È possibile negoziare o creare tassi di interesse più bassi. Per il debito della carta di credito, ciò avviene principalmente trasferendo i saldi esistenti su carte di credito con un tasso di interesse inferiore, in genere un TAEG introduttivo dello 0%. Per i prestiti bancari, dovresti chiamare il tuo gestore dei prestiti e discutere le opzioni. Se hai effettuato pagamenti regolari e la tua azienda gode di una buona posizione finanziaria, è possibile argomentare per abbassare le tariffe. Tuttavia, è probabile che i tassi di interesse per i tuoi prestiti bancari non siano i tassi più alti che paga l’azienda. Prova prima ad abbassare i tassi di interesse più alti.
  • Consolida i tuoi prestiti. Con  il consolidamento dei prestiti in un pagamento, a ridurre i costi mensili senza danneggiare il vostro credito. La situazione ideale consiste nel consolidare diversi prestiti a breve termine in un unico pacchetto a lungo termine con un tasso di interesse prevedibile. Questa strategia di gestione del debito per piccole imprese alleggerirà notevolmente il carico di rimborso e ti aiuterà a non andare a sotto in determinati momenti.
  • Richiedi un piano per difficoltà. Scopri se sei idoneo per un ” programma di difficoltà ” che include un tasso di interesse più basso e un’estensione di pagamento. I creditori in genere richiedono una lettera di difficoltà che spieghi la tua attuale situazione finanziaria e fornisca la prova che hai bisogno di assistenza per adempiere ai tuoi obblighi di debito. Ciò include dichiarazioni dei redditi, rendiconti finanziari e altro ancora.
  1. Creare un piano di rimborso “Debito Target ” o “Stack”

Se non riesci a consolidare tutti i tuoi prestiti o hai ancora tassi di interesse scaglionati con vari istituti di credito, stabilisci un debito target e usa il “metodo dello stack” per rimborsarlo tutto. Questo è un tipo di programma del  debito che ti aiuta a visualizzare e ripagare.

Che si tratti di debito della carta di credito o di prestiti bancari, il tasso di interesse su ciascuno di essi può inibire notevolmente la tua capacità di rimborsare efficacemente l’importo del prestito principale. Questo è il motivo per cui dovresti mirare a rimborsare prima i prestiti ad alto tasso di interesse: il debito con il tasso di interesse più alto su cui ti concentrerai per primo è chiamato “debito target”. Se calcolato nel tempo, il pagamento di questo “debito target” consente a te e alla tua organizzazione di risparmiare più denaro nel lungo periodo.

Per iniziare, fai un elenco di tutti i tuoi pagamenti mensili minimi e assicurati che siano coperti. Quindi, guarda il saldo del tuo debito con interessi più alti e determina quanto al di sopra del pagamento minimo puoi pagare ogni mese. Questo importo aggiuntivo viene talvolta chiamato “rimborso dello stack”.

Che si tratti di € 100 o € 1.000, l’importo del pagamento dello stack dovrebbe essere applicato in aggiunta al pagamento minimo verso il prestito con l’interesse più alto ogni periodo di pagamento fino a quando tale saldo non viene saldato.

Una volta estinto il primo prestito, applica tale importo di rimborso al debito con l’interesse più alto successivo. Una volta saldato il secondo debito, prendi quell’importo composto per attaccare il debito successivo e così via.

Naturalmente, questo metodo richiede disciplina e un attento monitoraggio, ma alla fine inizierai a vedere il tuo carico di debito diminuire.

  1. Aumenta il tuo reddito

In poche parole, più denaro puoi generare, più velocemente puoi ridurre il debito delle piccole imprese. Più facile a dirsi che a farsi, lo sappiamo. Questi sono solo alcuni suggerimenti che possono aiutarti ad aumentare il reddito mensile della tua attività:

  • Diversificare:  puoi aggiungere un prodotto o servizio aggiuntivo alla tua offerta attuale? Stai raggiungendo tutti i potenziali clienti attraverso un marketing mirato? Ci sono mercati di nicchia non sfruttati che non hai considerato?
  • Aumenta i tuoi prezzi:  ma quanto basta per mantenere la stessa quantità di vendite. Assicurati di comunicare con i clienti esistenti prima di aumentare i prezzi e chiedi se desiderano ordinare qualcosa prima che la modifica abbia effetto. Ciò potrebbe comunque comportare un aumento delle entrate tanto necessario.
  • Oppure ridurli: offri ribassi sulla merce e sconti sui servizi, in particolare per i clienti fedeli e abituali, nel tentativo di aumentare le vendite. Assicurati solo di non tagliare troppo i prezzi per non recuperare il costo perso con un aumento delle vendite.
  • Ottieni ciò che ti è dovuto:  aumenta i crediti commerciali dando seguito ai ritardi di pagamento dei clienti. Puoi anche presentare ai tuoi clienti sconti o premi per il pagamento anticipato delle commissioni.
  • Upsell:  c’è un modo per vendere di più ai tuoi clienti esistenti? Puoi offrire incentivi o raggruppare i tuoi prodotti o servizi esistenti in modo da invogliare le persone ad acquistare di più da te? Una rapida e-mail con una vendita lampo, un’offerta limitata o offerte riservate agli abbonati potrebbe fare miracoli per aumentare le tue entrate mensili.
  • Ottimizza l’inventario:  se disponi di un inventario che non sta vendendo, verifica se puoi modificare le tue abitudini di acquisto o cercare fornitori che offrano diritti di restituzione per le merci invendute. Ciò libererà sia spazio fisico che spazio per più inventario che potrebbe effettivamente vendere e aumentare le tue entrate.
  • Vendi il tuo surplus:  guarda le cose che non usi, o non usi a loro pieno vantaggio, e vendile a persone che potrebbero farlo. C’è un’altra attività che potrebbe acquistare una parte della tua azienda di cui non sei più appassionato? Nota che non dovresti mai vendere nulla che hai messo come garanzia sul debito esistente. È considerata frode e potrebbe avere serie conseguenze legali.
  • Usa i social media:  questo è probabilmente lo strumento più prezioso che la tua azienda ha per commercializzare i suoi servizi ed è completamente gratuito. Crea una pagina per la tua attività, inizia a sollecitare feedback dai clienti e costruisci la consapevolezza del tuo marchio. Cose semplici come rispondere ai commenti dei clienti o incoraggiarli a lasciare una recensione possono dare grandi vantaggi alla tua attività.
  • Affitti:  cos’altro puoi fare per guadagnare velocemente? Forse puoi affittare una parte del tuo ufficio a un’altra attività? Risparmiare sull’affitto lavorando da remoto? Diventa creativo generando entrate aggiuntive dalle tue risorse esistenti.
  1. Assumi una società di ristrutturazione del debito

Se i tuoi sforzi per uscire dal debito aziendale da solo non stanno funzionando, potresti voler chiedere l’aiuto di una società di ristrutturazione del debito professionale. Le società di ristrutturazione del debito negoziano con i creditori e le agenzie di recupero crediti aziendali per tuo conto per estendere, rinnovare o modificare formalmente i contratti di credito esistenti. Il processo generalmente prevede un contratto scritto tra te e la società di ristrutturazione del debito, nonché l’impostazione di prelievi automatici dal tuo conto bancario per saldare i debiti insoluti.

Queste aziende addebitano una commissione, ma di solito è un’alternativa meno costosa alla dichiarazione di fallimento e ripristinerà meglio il tuo credito a lungo termine. Se decidi di assumere una società di ristrutturazione del debito professionale, sii onesto con loro su ciò che puoi permetterti di pagare ogni mese in modo che possano trovare un regolamento del debito aziendale che funzioni sia per te che per i tuoi creditori.

La linea di fondo sulla gestione del debito delle piccole imprese

Se tutto il resto non funzione, hai ancora delle opzioni. Per le aziende che non sono in grado di gestire il proprio debito, potrebbe essere il momento di pensare a vendere l’attività, liquidare tutte le attività o dichiarare bancarotta. Ma si spera che non si debba arrivare a questo. Utilizzando questi sette suggerimenti, dovresti essere in grado di ridurre e infine eliminare il tuo debito aziendale.

NON PERDERTELO!
Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato gratuitamente sulle ultime novità per la tua impresa.

 

Invalid email address
Iscriviti, è gratis e non ti invieremmo mai spam. Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy.

Cosa ne pensi?

Fantastico
0
Interessante
0
Wow
0
Non ho capito..
0

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Impresa