Impresa

9 domande sull’imprenditorialità femminile e le loro risposte

L’imprenditorialità è presente all’interno di scopi professionali e personali, ma vari fattori possono interporre all’inizio dell’avventura e inibire la leadership femminile; sebbene basate sull’analisi del Global Entrepreneurship Monitor (GEM), quando le donne intraprendono, lo fanno con più successo degli uomini, può essere utile ad esempio osservare i motivi per cui le donne sono grandi imprenditrici.

Le domande saranno sempre presenti nella nostra vita, ma è necessario tornare alle radici di queste domande per comprenderne la pertinenza o per sapere se sono solo idee preconcette davanti alle quali bisogna rimuovere la propria paura e vederle come soglie che ci aspettano una nuova prospettiva per comprendere meglio il panorama; per ciò in questo articolo andremmo a rispondere alle domande più frequenti sull’imprenditoria femminile.

1. Di cosa ho bisogno per iniziare l’imprenditorialità?

Passione e pazienza sono due grandi sfide nell’imprenditorialità, soprattutto perché possono contraddirsi a vicenda.

Una delle grandi domande che le imprenditrici di solito devono affrontare è stimare l’inizio del loro progetto in base a quanto tempo ci vuole per ottenere risultati, ma la realtà è che non c’è un numero medio di giorni o mesi, né per fare il primo passo, né per vedere i risultati. L’importante è mantenere la mente concentrata, studiare il modello di business e la struttura finanziaria.

2. Sarò in grado di avviare un’attività da sola?

Circondarti di talento ti rende più forte. La domanda degli imprenditori se sia meglio impegnarti in un’azienda che individualmente porta sempre alla stessa risposta: Sì, è meglio avere un partner!

Che il team sia composto da familiari, amici o collaboratori, entrare a far parte di un team sarà sempre un ottimo inizio. Secondo Anna Wintour, caporedattore dell’edizione americana della rivista Vogue dal 1988, ha menzionato nella sua Masterclass per YouTube che non crede in team unilaterali, poiché qualcuno che non crede negli obbiettivi, è come una persona sorda che non può godere della musica. Quindi appoggiati al maggior numero possibile e unisci le forze.

3. Ho davvero bisogno di una strategia prima di iniziare?

La strategia è lo strumento per il futuro. Il business plan si basa sulla tua impresa. I libri contabili daranno informazioni fondamentali, ma l’essenza sta nel cercare di calcolare il corso delle tue decisioni con una chiara visione di dove andare e come prepararsi per il percorso. Cioè, la strategia è un insieme di azioni e decisioni correlate l’una all’altra per aiutarti a raggiungere l’obiettivo.

4. Perché ho paura di intraprendere?

Il percorso è semplice come lo vedi tu. Nessuno è esente dal passare attraverso una crisi o dall’affrontare una sfida. Covid-19 ne è la prova definitiva, ma prendiamolo come esempio di uno spartiacque che ha portato molte persone a cercare un nuovo modo di agire.

La paura di intraprendere parte dell’ignoranza delle tue capacità e dell’ecosistema, la risposta più efficace è combatterla attraverso la conoscenza e l’educazione. Per fare questo, investi nella professionalizzazione di te stesso e la paura scomparirà. Ad esempio, conosci meglio te stesso, riconosci cosa ti muove o cosa vuoi ottenere con la tua imprenditorialità.

5. E se l’opportunità sparisse?

Le opportunità sono costanti. Si dice molto che se perdi un’opportunità, potrebbe non tornare mai più. In base alle diverse esperienze questo non è del tutto vero. Le opportunità vengono create più e più volte. Hanno nomi diversi, forme diverse e nuovi costi, ma sono costanti.
Detto questo, è importante analizzare ogni opportunità, perché possono essere porte al successo o rischi inutili.

6. E se sbaglio?

I fallimenti sono i nuovi modi di apprendere. Pensiamo a quel detto popolare che afferma La nostra gloria più grande non sta nel non cadere mai, ma nel risollevarci sempre dopo una caduta. Lasciati alle spalle la paura delle critiche e apri le braccia per sapere tutto ciò che è interessante che esiste intorno a te.

7. Come faccio a calcolare l’investimento, la spesa, il rendimento e persino il mio stipendio?

Uno dei pesi morti che molte donne imprenditoriali tendono a trascinare non è capire le finanze del loro progetto. La risposta è aprire i libri contabili, aggiungere, sottrarre e calcolare l’utilità. Per arrivare ai numeri in rosso, è necessario costruire una strategia in cui sei a conoscenza della situazione finanziaria e quindi impedire le difficoltà economiche da deficit.

8. Il cliente ha sempre ragione?

Prendi in considerazione altri punti di vista. Garantire che il cliente ha sempre ragione significa che qualsiasi obiezione, opinione, reclamo, o suggerimento fatto da un utente non dovrebbe mai essere messo in discussione. La risposta è il contrario.

Pur concordando sempre con il cliente rafforza la tua fiducia e riesce a mantenere il rapporto con lui, cosa succede quando le richieste del cliente non sono coerenti? La chiave per rispondere a questa domanda è vedere la situazione da una prospettiva diversa: il cliente può sbagliarsi in ciò che pensa, ma mai in quello che sente. Per risolvere questo problema, partire da una comunicazione efficace. Cioè, ascoltalo attentamente, offrigli alternative e quando hanno raggiunto un accordo, offri un extra per quei fastidi che potrebbero sorgere, ma preferisci sempre un cliente felice piuttosto che uno scontento.

9. Di che cosa ho bisogno per avviare un’impresa globale?

L’altra parte del mondo è più vicina di quanto pensi, ma l’idea è quella di camminare a piccoli passi. A questo punto, la cosa più importante è fissare obiettivi a breve, medio e lungo termine, al fine di agire con preparazione, osservazione e costante riadattamento.

Affinché un marchio diventi globale, sono necessarie molteplici decisioni, che hanno a che fare con la comprensione del terreno di ogni paese che va dalla sua vitalità alla sua legislazione, investendo e, soprattutto, calcolando l’utilità dell’impresa.

NON PERDERTELO!
Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato gratuitamente sulle ultime novità per la tua impresa.

 

Invalid email address
Iscriviti, è gratis e non ti invieremmo mai spam. Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy.

Cosa ne pensi?

Fantastico
1
Interessante
0
Wow
1
Non ho capito..
0

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Impresa