Economia

Piano dei conti: cos’è e perché la tua azienda dovrebbe averne uno

Definizione del piano contabile

Un piano contabile aziendale è una visualizzazione di tutti i conti nella contabilità generale di un’azienda attualmente avviata. Il piano dei conti è diviso tra conti riflessi nel bilancio di un’azienda e conti riflessi nel suo conto economico.

Indipendentemente dal tipo di attività svolta, è necessario un piano dei conti. Un piano dei conti è la base di un buon sistema di contabilità aziendale e funziona essenzialmente come una mappa delle finanze dell’azienda.

In questo articolo faremo un approfondimento sul piano dei conti: quali sono, perché ne hai bisogno e come gestire il tuo. Grazie a un piano contabile, avrai una migliore comprensione delle prospettive finanziarie della tua attività, avrai risultati in tempo e in modo più facile seguendo gli standard di rendiconto finanziario e sarai in grado di prendere decisioni aziendali più intelligenti.

Che cos’è un piano un piano contabile?

Per capire cos’è un piano contabile, è innanzitutto utile capire cos’è un libro mastro. La contabilità generale della tua azienda è il documento principale di tutti i report della tua azienda. In altre parole, è il registro completo delle transazioni finanziarie nel corso della vita della tua attività.

Il piano dei conti, d’altra parte, è l’elenco dei conti che sono attualmente disponibili per la registrazione delle transazioni nella contabilità generale, insieme al tipo di conto, al saldo del conto e una breve descrizione. Quindi, in sostanza, il tuo libro mastro generale mostra tutti i tuoi conti in tutta la storia della tua attività, mentre il tuo piano dei conti mostra solo i conti che sono attualmente aperti.

Il piano dei conti dovrebbe funzionare come riflesso della tua attività. Le aziende più grandi e complesse possono avere centinaia, persino migliaia di conti. Le piccole imprese in genere hanno meno documenti. I tipi di conti che hai, rivelano anche la natura della tua attività. Se gestisci un ristorante avrai probabilmente più riferimenti ai prodotti alimentari nel tuo piano contabile.

Ogni volta che si registra una transazione commerciale, che si tratti di stipulare un prestito, acquistare forniture o elaborare una fattura, è necessario registrarla nel piano dei conti. Ma in quale conto lo registri? Bene, diamo un’occhiata ai diversi tipi di conti inclusi in un piano contabile.

Tipi di conti in un piano contabile

Un piano dei conti mostra ogni conto di una società nell’ordine in cui appare nel bilancio dell’azienda. Ciò significa che i conti dello stato patrimoniale sono elencate per prime, seguite da voci di conto economico. In genere, a ciascun grafico nell’elenco viene assegnato un numero a più cifre a scopo di identificazione. Diamo un’occhiata ai tipi di conti che rientrano nei bilanci e nei conti economici.

Conti dei bilanci

I conti di bilancio prendono il nome dal fatto che sono necessari per la creazione di un bilancio aziendale. Esistono diversi tipi di conti di bilancio.

Conti patrimoniali

I conti delle attività registrano qualsiasi risorsa di proprietà della tua azienda che fornisce valore. Esempi di conti patrimoniali includono cose come inventario, proprietà immobiliari, attrezzature e crediti.

Conti passivi

I conti delle passività sono un riflesso di tutto il debito che la tua azienda deve. Includono conti come debiti, imposte da pagare e salari da pagare.

Conti di capitale

I conti di capitale o azionari misurano il valore di un’azienda per i suoi azionisti. È essenzialmente ciò che rimane quando si sottraggono le passività di una società dai suoi beni. Gli esempi includono azioni ordinarie, azioni privilegiate e utili non distribuiti.

Conto Economico

I conti del conto economico riflettono ciò che potresti trovare nel conto economico di un’azienda. Ecco i principali tipi:

Conti delle entrate

Questi conti sono un riflesso delle entrate che la tua azienda genera dalla vendita di beni, servizi o affitto.

Conti delle uscite

Questi conti riflettono tutti i soldi e le risorse che la tua azienda spende nel tentativo di generare entrate.

Se le entrate aumentano, questo aumenterà i conti patrimoniali e capitali della tua azienda. Il rovescio della medaglia, se le spese aumentano, questo diminuirà i conti patrimoniali e capitale della tua azienda. All’interno dei conti di entrate e uscite, molte aziende creano sotto conti basati sulla funzione e della divisione aziendale. Ad esempio, alcune aziende possono organizzare i conti spese per reparto: uno per le vendite, uno per la contabilità, ecc. All’interno di ciascun reparto, ci saranno conti spese per salari, servizi pubblici e altro ancora.

Per ogni transazione commerciale sono coinvolti almeno due conti: uno è addebitato e l’altro accreditato.

Piano dei conti: migliori prassi

Per aiutarti a gestire al meglio il tuo piano dei conti, ecco alcune cose da tenere a mente:

  • Aspetta di eliminare vecchi conti: per non rovinare i tuoi libri, è meglio aspettare fino alla fine dell’anno per eliminare vecchi conti. Unire o rinominare i conti può anche creare mal di testa durante il periodo delle tasse. Tuttavia, puoi aggiungere nuovi conti in qualsiasi momento.
  • Non esagerare con i tuoi conti: crea un piano contabile  che ti fornisca informazioni importanti, ma ciò non significa ogni singolo dettaglio di ogni singola transazione. Non hai bisogno di un conto separato per ogni prodotto che vendi e non hai bisogno di un conto separato per ogni utilità. Alcuni oggetti possono essere raggruppati insieme.
  • Punta alla coerenza: dovresti cercare di creare un piano contabile che non cambi molto di anno in anno.  In questo modo puoi confrontare le prestazioni di diversi conti nel tempo, fornendo preziose informazioni su come gestisci le finanze della tua azienda.
  • Elimina i tuoi conti: alla fine dell’anno, controlla tutti i tuoi conti e verifica se esiste un’opportunità di consolidamento. Ciò renderà più gestibile la gestione dei tuoi conti.

Ottieni il massimo dal tuo piano contabile

Gestire il piano dei conti può sembrare difficile, ma i software di contabilità possono sopportare la maggior parte degli oneri.

Il piano dei conti ti offre un’istantanea accurata delle prospettive finanziarie della tua attività e ti offre tranquillità ogni volta che arriva il momento di prendere un’importante decisione aziendale.

NON PERDERTELO!
Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato gratuitamente sulle ultime novità per la tua impresa.

 

Invalid email address
Iscriviti, è gratis e non ti invieremmo mai spam. Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy.

Cosa ne pensi?

Fantastico
1
Interessante
1
Wow
1
Non ho capito..
0

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Economia