Impresa

5 consigli per vendere un’attività commerciale senza fare errori

 

La cessione della tua azienda, di qualsiasi tipo sia, prevede una serie di passaggi da seguire con precisione per evitare problemi futuri. Siamo certi che pianificando il processo di vendita con attenzione raggiungerai i tuoi obiettivi.

In questo articolo mettiamo la nostra esperienza a tua disposizione dandoti qualche dritta che ti tornerà utile.

1° consiglio: affidati a una consulenza professionale

Vendere un’attività commerciale con successo significa farsi supportare da consulenti professionisti. Considera l’aiuto di un commercialista, un notaio e un consulente specializzato in compravendita di aziende. Senza queste figure difficilmente potrai chiudere una trattativa soddisfacente ed evitare dei rischi.

2° consiglio: la tua proposta nero su bianco

La vendita si basa sulla qualità di ciò che si propone ma anche sulla trasparenza del venditore. Più sarai chiaro nel raccontare la tua attività commerciale più otterrai fiducia da parte dell’investitore. Ti suggeriamo di definire i bilanci aziendali e far eseguire planimetrie e foto che mostrino esattamente il locale in fase di cessione.

3° consiglio: il prezzo di vendita deve seguire il mercato, non il cuore

Ci confrontiamo ogni giorno, da anni, con imprenditori che per diversi motivi desiderano vendere la propria società. Spesso è un’azienda a cui sono particolarmente legati, il frutto di lavoro e passione. È così anche per te? Questo potrebbe influenzarti nella scelta del prezzo di vendita rendendolo fuori mercato. Un consulente in compravendita saprà aiutarti a definire un costo realistico della tua proprietà, che non scoraggi i potenziali investitori.

LEGGI ANCHE  Vendita negozio da parte di privati e plusvalenza

4° consiglio: il locale dovrà essere in buone condizioni

Un locale dalle pareti sporche, per fare un esempio, sarà meno attraente di uno spazio migliorato da un’imbiancata. Se pensi che il tuo bar, ristorante o attività commerciale di altro tipo sia da migliorare un po’, fallo prima di proporlo al mercato. Le buone condizioni lo renderanno più appetibile.

5° consiglio: rifletti sul divieto di concorrenza

Il contratto di cessione deve includere diverse informazioni. Eccone alcune fondamentali:

  1. il cedente si dichiarerà titolare dell’insieme dei beni aziendali e specificherà il tipo di attività che svolge l’impresa;
  2. dovrà affermare, inoltre, di voler trasferire la propria azienda all’acquirente dietro il pagamento di un corrispettivo;
  3. il cessionario confermerà il suo interesse nel rilevarla.

Il contratto potrà includere, se richiesto dal compratore, il cosiddetto divieto di concorrenza. In cosa consiste? Dovrai impegnarti almeno per 5 anni a non aprire una nuova attività legata allo stesso business di quello ceduto. Ciò garantirà all’acquirente, soprattutto, il mantenimento dei clienti fidelizzati. Se desideri approfondire l’argomento ne abbiamo parlato in questo articolo qualche mese fa.

La clausola potrebbe intralciare i tuoi piani se prevedi di rimanere operativo nel settore.

Se vuoi ulteriormente approfondire questo argomento abbiamo scritto la guida definitiva su come vendere un’attività dove si affrontano tutti i punti.

Conti di vendere un’attività commerciale? Chiamaci o scrivici per chiedere maggiori informazioni e capire come possiamo aiutarti.

NON PERDERTELO!
Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato gratuitamente sulle ultime novità per la tua impresa.

 

Invalid email address
Iscriviti, è gratis e non ti invieremmo mai spam. Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy.

Cosa ne pensi?

Fantastico
6
Interessante
6
Wow
6
Non ho capito..
0

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Impresa