Impresa

Come vendere una farmacia: Una guida approfondita

Possedere e gestire una farmacia può essere difficile per un farmacista nel mercato delle farmacie altamente competitivo di oggi. Per molti farmacisti, la risposta è vendere la loro farmacia. Se fatto bene, la vendita crea vantaggi per il farmacista, il nuovo proprietario della farmacia e la comunità in cui opera la farmacia.

In generale, ci sono tre tipi di farmacisti che decidono di voler vendere la loro farmacia:

  • Il deluso. Questo è il farmacista che si sente esausto. C’è così tanto da fare al di fuori del controllo del farmacista, che si tratti di tasse, commissioni varie, requisiti di conformità normativa o nuove tecnologie. Questo farmacista sta dicendo “adesso è abbastanza” e lui o lei sta cercando di sfuggire alle crescenti pressioni aziendali.
  • Il riluttante. Questo è il farmacista che non vuole cambiare il modello di business tradizionale della farmacia per far fronte alle crescenti pressioni aziendali. Storicamente, la farmacia ha generato la maggior parte delle sue entrate dalle prescrizioni. Il mutevole mercato delle farmacie richiede alla farmacia di creare nuove opportunità di guadagno, sia che si tratti di passare a farmaci speciali o di aggiungere programmi clinici come le vaccinazioni presente ora nel nuovo protocollo d’intesa tra governo regioni federfarma a assofarma per accelerare le vaccinazioni e fermare la pandemia da covid-19 . Questo farmacista preferirebbe vendere piuttosto che passare a un nuovo modello di business.
  • Il pensionato. Dei tre tipi di farmacisti interessati a vendere la loro farmacia, il pensionato è di gran lunga il più comune. È semplicemente una questione di dati demografici. Molti proprietari di farmacie hanno 60, 70 o addirittura 80 anni. Stanno dicendo: “È ora”. Sono pronti per andare a godersi la pensione o fare qualcos’altro. Sfortunatamente, in alcuni casi, è per motivi di salute, che si tratti del farmacista, del coniuge o di un familiare stretto.

Scopri quando è il momento giusto per vendere una farmacia

Sebbene i tre tipi di farmacisti abbiano motivazioni diverse per vendere le loro farmacie, hanno una cosa in comune: ognuno aspetta troppo a lungo prima di vendere. Trattengono le loro farmacie dopo che gli affari hanno iniziato a scivolare a causa di molte delle ragioni per cui i proprietari hanno deciso di vendere. Quindi, i farmacisti sono sorpresi quando la valutazione della loro farmacia è molto inferiore al previsto.

I proprietari di farmacie dovrebbero vendere quando le loro farmacie operano al massimo delle loro prestazioni finanziarie. I potenziali acquirenti guarderanno a diversi anni di dati finanziari e bilanci per vedere in quale direzione sta andando l’azienda prima della valutazione e prima di fare un’offerta. Non appena il proprietario di una farmacia inizia a considerare la vendita, il farmacista dovrebbe iniziare a guardare le tendenze finanziarie per capire il punto in cui il proprietario può ottenere il miglior prezzo e il maggiore ritorno sull’investimento.

Troppo spesso, un proprietario aspetta tre o quattro anni dopo quel primo sentore e, a quel punto, le vendite sono diminuite del 10 percento all’anno. Nessuno pagherà un prezzo premium per un’azienda in difficoltà.

Un altro segnale che dice a un farmacista che è il momento giusto per vendere la farmacia è un prevedibile cambiamento nel mercato locale che potrebbe avere un effetto materiale sull’attività della farmacia. Per esempio:

  • La perdita o la significativa riduzione delle entrate da un contratto di rete di farmacie privilegiate con un servizio sanitario
  • L’imminente pensionamento di un medico locale, come un oncologo le cui prescrizioni per farmaci antitumorali speciali rappresentano una quota importante delle entrate delle prescrizioni per la farmacia

Anticipare cambiamenti come questi consente al proprietario di perseguire nuove fonti di guadagno o vendere prima che i cambiamenti abbiano un impatto negativo sull’attività.

Preparare il proprietario e la farmacia per la vendita

Come vendere qualsiasi piccola impresa, un farmacista deve prepararsi personalmente, professionalmente e finanziariamente per la vendita della farmacia. Ecco cinque importanti considerazioni che un proprietario di farmacia dovrebbe fare dopo aver deciso che è ora di vendere:

  • Conseguenze fiscali. Il proprietario dovrebbe comprendere le conseguenze fiscali della vendita della farmacia. I proprietari dovrebbero collaborare con professionisti che gestiscono regolarmente la vendita di attività commerciali. Una questione importante da discutere è se trattenere i proventi della vendita per coprire eventuali responsabilità fiscali e altre spese.
  • Accesso ai documenti finanziari. Per la maggior parte dei proprietari di farmacie, questo non è un problema. Ma per alcuni è una sfida. Il proprietario dovrebbe avere da tre a quattro anni di bilanci certificati, dichiarazioni di profitti e perdite, conto economico, dichiarazioni dei redditi aziendali e registri delle vendite di prescrizione.
  • Aspetto fisico della farmacia. Non è diverso dalla preparazione di una casa per la vendita, i proprietari dovrebbero preparare la farmacia per la vendita. La farmacia dovrebbe essere pulita e forse rinfrescata e ravvivata con una mano di pittura. Non dovrebbe esserci confusione. Tutte le finestre dovrebbero essere riparate e funzionanti. Il parcheggio dovrebbe essere pulito e ben illuminato. Tutti gli scaffali dovrebbero essere pieni di inventario aggiornato senza prodotti mancanti. E tutti i prodotti dovrebbero avere un prezzo appropriato.
  • Contratti e licenze. Tutti i contratti di rimborso con terzi pagatori dovrebbero essere aggiornati e disponibili. Lo stesso dovrebbe valere per tutte le licenze commerciali locali, i permessi di costruzione e le licenze statali per le farmacie. Il proprietario deve inoltre assicurarsi che tutti i contratti e le licenze siano trasferibili a un nuovo proprietario.
  • Potenziali acquirenti. Il proprietario dovrebbe decidere a chi preferirebbe vendere la farmacia in base al tipo di proprietario, al prezzo o ad altri criteri. L’acquirente potrebbe essere una catena di farmacie nazionale, una catena di farmacie regionale o locale o un altro proprietario di farmacie indipendente. La maggior parte delle vendite coinvolge un altro proprietario di farmacia indipendente che cerca di possedere più negozi. Questi consolidatori, come vengono chiamati, spesso possiedono 10 o più farmacie indipendenti. I consolidatori hanno un modello di business comprovato e stanno cercando di convertire una farmacia decente in un’ottima farmacia. Per mantenere la fedeltà dei clienti, i consolidatori spesso assumono farmacisti che non desiderano più possedere la propria farmacia ma desiderano continuare a lavorare.

Sette passaggi per eseguire la vendita della farmacia

  • Il venditore documenta che l’acquirente è stato approvato per l’acquisto da un istituto di credito.
  • Il venditore completa una valutazione della farmacia e condivide la valutazione con l’acquirente.
  • Il venditore e l’acquirente firmano una lettera d’intenti dopo aver negoziato e concordato un prezzo.
  • L’istituto di credito richiede la due diligence per la transazione.
  • L’istituto di credito, il venditore e l’acquirente fissano una data di chiusura per la transazione.
  • L’acquirente crea un conto bancario per iniziare a ricevere le entrate del negozio dopo che la vendita è definitiva.
  • Alla chiusura, il venditore e l’acquirente firmano e autenticano tutti i documenti, completano la vendita e trasferiscono i proventi della vendita al fondo appropriato.

Sapendo quando vendere, le considerazioni importanti da fare prima di una vendita e i passaggi chiave per completare la vendita, un proprietario di farmacia – deluso, riluttante o in pensione – beneficia non solo se stesso ma anche la comunità locale. La farmacia rimane aperta e continua a fornire un servizio personalizzato a pazienti e clienti.

Guarda come presentiamo le farmacie in vendita.

NON PERDERTELO!
Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato gratuitamente sulle ultime novità per la tua impresa.

 

Invalid email address
Iscriviti, è gratis e non ti invieremmo mai spam. Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy.

Cosa ne pensi?

Fantastico
2
Interessante
2
Wow
1
Non ho capito..
0

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Impresa