Economia

Che cosa sono i ricavi operativi?

I guadagni sono l’obiettivo principale di molti imprenditori. Ottenere ricavo nella tua azienda è il primo passo verso il successo e produttività. In effetti, senza entrate non hai una impresa vera e propria.

Perché i ricavi in una azienda sono così importanti, dovrebbe essere facile da capire, giusto? In realtà, non tutti i soldi che entrano nella tua azienda sono considerati ricavi. E i movimenti in entrata prendono diverse forme. È importante comprendere che ogni tipo di entrate influisce sulla contabilità e sui bilanci aziendali.

Quando pensi ai ricavi della tua azienda, probabilmente pensi a un tipo molto specifico di ricavi: I ricavi operativi. Sia i ricavi operativi che quelli non operative hanno un impatto positivo sulle finanze della tua azienda, ma questi non sono stati creati allo stesso modo, né sono riportati allo stesso modo sul tuo bilancio.

Quindi, quali sono i ricavi operativi e in cosa differiscono dai ricavi non operativi? Come distinguere i due tipi di ricavi, e perché è importante farlo? Cominciamo con una breve definizione di ricavi operativi e alcuni esempi.

Definizione dei ricavi operativi

I ricavi operativi provengono dall’attività principale o dalle attività primarie che generano reddito della tua azienda. Potresti già avere familiarità con i ricavi operativi, ma lo conosci con un nome più semplice: vendite.

Quando avvierai la tua attività, probabilmente avrai solo una o due tipi di entrate che generano reddito. Queste entrate sono in genere direttamente correlate alla vendita del prodotto o alla consegna del servizio. Man mano che la tua azienda cresce, probabilmente svilupperai altre entrate generatrici di reddito nella tua azienda. Tuttavia, non tutte queste entrate generatrici di reddito producono ricavi operativi.

Chiariamo quali sono i ricavi operativi – e quali no – con una serie di esempi.

Esempi di ricavi operativi

Diciamo che un’azienda produce reddito in tre modi diversi:

  • Vendita di merce
  • Contributi dei donatori
  • Fornitura di servizi ai clienti

Quale di queste tre entrate generatrici di reddito rappresentano i ricavi operativi?

Dipende dagli affari. Ecco tre esempi di come questi tre tipi di reddito incidono su tre diversi tipi di entrate.

Esempio 1:

Un’attività al dettaglio in genere produrrà entrate operative dalla vendita di merci. Tuttavia, quella stessa attività potrebbe occasionalmente coinvolgere un esperto esterno per mettere a disposizione un laboratorio (servizio) ai clienti; questo è comune nei negozi di artigianato e articoli per la casa. Inoltre, ogni volta che l’azienda sta valutando il lancio di un nuovo prodotto gli viene concesso un credito bancario.

LEGGI ANCHE  Valutazione aziendale per multipli di mercato

Questa attività di vendita al dettaglio ha tre tipi di reddito, ma solo uno di questi è un reddito operativo ed è quello derivante da la vendita di merci.

Esempio 2:

Un’organizzazione no-profit, d’altra parte, produce spesso i propri ricavi attraverso i contributi dei donatori. Ma le organizzazioni potrebbero anche vendere merce (come magliette, cappellini e borse) per sensibilizzare. A volte, un’associazione no profit fornirà anche un servizio, come una fiera, a un costo ridotto.

Come il commercio al dettaglio, l’organizzazione no profit ha tre tipi di entrate, ma solo i contributi dei donatori sono considerati ricavi operativi.

Esempio 3:

Un’azienda basata sui servizi, come una scuola materna, offre servizi ai propri clienti, che pagano per tali servizi attraverso le tasse scolastiche. Come l’organizzazione no profit, anche la scuola materna potrebbe vendere merce, sia per sensibilizzare che per promuovere lo spirito della comunità. Una volta all’anno, la scuola materna potrebbe fare una campagna di raccolta fondi per incoraggiare i genitori e altri membri della comunità a contribuire al fondo di capitale della scuola materna.

In questo esempio, la scuola materna — come il commercio al dettaglio e l’organizzazione no profit — ha tre tipi di reddito. Ma solo le tasse scolastiche dal servizio fornito ai loro clienti sono considerate entrate operative.

Come puoi vedere da questi tre esempi, ciò che rappresentano entrate operative per un’azienda potrebbe essere entrate non operative per un’altra. Per complicare ulteriormente le cose, diverse aziende all’interno dello stesso tipo di entrate potrebbero avere diverse entrate generatrici di reddito primario. Nell’esempio del commercio al dettaglio, i seminari e le classi potrebbero essere offerti con regolarità e quindi verrebbero considerate entrate operative.

Se non sei sicuro di come classificare le tue varie attività generatrici di reddito per identificare correttamente i tuoi ricavi operativi, il tuo commercialista o contabile può aiutarti.

Confronto tra entrate e ricavi operativi

Finora, siamo stati molto attenti a usare la parola “ricavi” quando ci riferiamo all’afflusso di denaro dalla tua principale attività generatrice di reddito. Tuttavia, le parole entrate e ricavo sono spesso usate in modo intercambiabile. Non ci sono problemi con questo, finché sei certo di comprendere il significato delle parole in relazione al tuo bilancio. Diamo un’occhiata più da vicino alle entrate operative rispetto ai ricavi.

In genere, “ricavi” indicano i guadagni operativi o ricavi “di prima linea” (perché è il primo numero nel conto economico). In altre parole, i ricavi sono la quantità totale di denaro proveniente dalla tua attività principale, meno eventuali rimborsi o resi. I rendiconti finanziari prodotti da molti pacchetti software moderni di contabilità si riferiscono ai ricavi come “entrate totali”.

LEGGI ANCHE  Il prestito tra privati senza incappare nelle maglie del redditometro

D’altra parte, le entrate è il tuo reddito operativo dopo aver sottratto le spese operative nella tua attività dal tuo profitto lordo. Il costo delle vendite — o il costo delle merci vendute — viene detratto dalle entrate (entrate totali) per calcolare il profitto lordo. Le spese operative sono le spese necessarie per la gestione della tua attività: affitto, spese amministrative, forniture, ecc.

Il reddito operativo è come il reddito netto — o il tuo risultato finale — eccetto che le entrate operative non includano interessi, tasse o entrate non operative.

La cosa importante da considerare qui è che le entrate operative non sono uguali ai ricavi operativi / ricavi di prima linea / reddito totale. I ricavi operativi o il reddito totale sono gli afflussi di cassa totali dalla tua principale attività generatrice di reddito. Le entrate sono il reddito che hai dopo aver sottratto i costi aziendali. Quando stai analizzando i tuoi rendiconti finanziari con il tuo commercialista o contabile, assicurati di essere chiaro sui termini che stai usando.

Ricavi operativi nel bilancio

I ricavi operativi vengono visualizzati nell’importo totale (Conto economico). Come indicato in precedenza, è la prima riga – o reddito totale – nel conto economico. Se hai emesso rimborsi nella tua attività, vengono sottratti dalle vendite totali per arrivare ai ricavi operativi (a volte chiamati anche “vendite nette”).

Perché i ricavi operativi sono importanti

Comprendere i ricavi operativi – cosa include e cosa no – consente di fare confronti anno per anno del proprio conto economico. A colpo d’occhio, puoi valutare lo stato della tua azienda utilizzando la metrica dei ricavi.

Se i ricavi operativi e non operativi fossero uniti nel tuo conto economico, come la vendita di un’apparecchiatura, potrebbero portarti a fare una valutazione errata dell’andamento dei ricavi della tua attività. Questo, a sua volta, potrebbe farti prendere decisioni potenzialmente errate sull’andamento della tua azienda.

Altri tipi di ricavi oltre ai ricavi operativi

Come abbiamo affermato in precedenza, non tutti i soldi che entrano nella tua attività sono considerati ricavi. Questi possono assumere molte forme, non solo come ricavi operativi. Ecco alcuni altri tipi di ricavi aziendali operativi e non operativi.

Ricavi non operativi

Non tutti i ricavi derivanti dalla tua attività provengono dalla tua attività principale. Pertanto, non tutti i ricavi possono essere considerati ricavi operativi. Quindi quelli che non sono considerati ricavi operativi sono invece classificati come ricavi non operativi. Dagli esempi precedenti:

  • I contributi dei donatori e le vendite di servizi erano ricavi non operativi per il commercio al dettaglio.
  • Le vendite di merci e le vendite di servizi erano ricavi non operativi per l’organizzazione non profit.
  • I contributi dei donatori e le vendite di merce erano ricavi non operativi per la scuola materna.
LEGGI ANCHE  Le spese per quotarsi in Borsa

Esistono altri tipi di ricavi non operativi che possono influire sul conto totale:

  • Vendita di beni (edifici, veicoli, attrezzature, ecc.)
  • Interessi attivi
  • Proventi da investimenti
  • Proventi dalla composizione di azioni legali

Tutti questi esempi di ricavi non operativi hanno due cose in comune:

1. Non sono prodotti dall’attività principale dell’azienda.
2. Sono rari e non previsti come parte delle entrate della tua attività in forma continuativa.

Ricavi non operativi sul bilancio

I ricavi non operativi si trovano in genere verso la fine del conto economico (utile o perdita), al di sotto del reddito operativo e al di sopra del risultato netto. Ciò consente di vedere chiaramente la posizione finanziaria della propria azienda dalle attività operative, prima dei ricavi non operativi.

Ricavi operativi in contanti

Non tutti i soldi che entrano nella tua attività provengono da ricavi operativi o non operativi. Gli investimenti da parte degli azionisti, i contributi in contanti dei proprietari e i mutui sono tutti esempi di afflussi di cassa senza entrate.

Puoi trovare tutte le spese operative e non operative sul tuo conto economico. D’altro canto, gli afflussi di cassa senza entrate sono rilevati in bilancio. E l’impatto di tutti i diversi flussi finanziari in entrata (ricavi operativi, ricavi non operativi e non reddito) il totale delle disponibilità in contanti della vostra azienda si trova sul rendiconto finanziario.

Ricavi operativi: considerazioni finali

I ricavi sono la linfa vitale della tua azienda. Senza questi non hai davvero un’attività. E anche se i soldi che entrano nella tua azienda rappresentano sempre un aspetto positivo, anche se al fine di misurare con precisione la salute della tua azienda, devi essere in grado di determinare rapidamente i tuoi ricavi operativi.

I ricavi operativi sono ciò che la tua azienda produce dalla sua principale attività generatrice di reddito. Poiché tutte le aziende sono diverse, ciò che è entrate operative per la tua attività potrebbero essere entrate non operative per un’altra azienda.

Man mano che la tua azienda cresce, i ricavi non operativi avranno probabilmente un impatto sugli afflussi di denaro nella tua azienda. È importante separare questi ricavi dai ricavi operativi al fine di mantenere una chiara comprensione delle prestazioni della principale attività generatrice di reddito della tua azienda.

I ricavi operativi non sono l’unica metrica importante nella tua azienda. L’utile lordo, il reddito operativo e l’utile netto indicano cose leggermente diverse sulla salute della tua azienda. Il tuo commercialista o contabile può aiutarti a tenere traccia delle tendenze in queste metriche, nonché a fornire indicazioni su quali voci sono più importanti e su cui concentrarti nell’analisi della tua attività.

NON PERDERTELO!
Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato gratuitamente sulle ultime novità per la tua impresa.

 

Invalid email address
Iscriviti, è gratis e non ti invieremmo mai spam. Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy.

Cosa ne pensi?

Fantastico
1
Interessante
0
Wow
0
Non ho capito..
0

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Economia