Impresa

Acquistare un franchising: la guida completa

È praticamente impossibile che tu non sia mai entrato in un’attività in franchising. Ristoranti, centri benessere, centri fitness – sono ovunque. I franchising possono essere altamente redditizi con la giusta combinazione di gestione e posizione, ma possono anche avere un grande investimento iniziale. Qui, esamineremo i dettagli dell’acquisto di un franchising, quindi se sei interessato ad aprirne uno, saprai esattamente il cammino che dovrai intraprendere.

Se non sei sicuro di come funzioni il franchising, è qui che entra in gioco questa guida. Ci sono alcune parti diverse di possedere un franchising, tra cui fare le tue ricerche, fare pratica, capire le tue finanze e avviare la tua attività. Comprendere ciascuno di questi è la chiave per scegliere il franchising giusto e iniziare con il piede giusto per il successo futuro.

Possedere un franchising: Le basi

Come ogni opportunità commerciale, ci sono sia vantaggi che svantaggi del franchising. Ecco alcuni dei pro e dei contro comuni più frequenti da considerare mentre valutate la decisione.

Vantaggi per l’acquisto di un franchising

Potenzialmente il più grande vantaggio dell’acquisto di un franchising è che hai un quadro aziendale su cui lavorare. Iniziare un’attività da zero può essere un’impresa enorme non è per niente un gioco da ragazzi: devi pensare a tutto dall’inizio alla fine.

Con un franchising, i clienti conoscono già il tuo marchio, le procedure operative sono stabilite e il piano di marketing viene generalmente organizzato e gestito completamente dall’azienda. Avrai anche formazione dalla casa madre, il che può renderti un esperto impiegando meno tempo. In generale, questi fattori possono ridurre il rischio per gli imprenditori più agitati.

Potenziali svantaggi di possedere un franchising

Certo, possedere un franchising non è tutto rose e fiori. Innanzitutto, c’è il costo iniziale. I franchising possono essere costosi, soprattutto in mercati che richiedono un costo iniziale elevato, il che significa un grande investimento per un’azienda non ancora avviata.

Una mancanza di flessibilità può anche sembrare un po’ soffocante per alcuni imprenditori; la struttura aziendale può essere molto utile a volte, ma se si desidera uscire dagli schemi con nuove idee o offerte, potrebbe non essere possibile. Dopo tutto, stai rappresentando non solo la tua attività, ma una società più grande nel suo complesso. Un’esperienza coerente in tutte le sedi è molto importante per un franchising.

LEGGI ANCHE  Il contratto di cessione di azienda: cosa sapere

Infine, c’è la questione dei profitti. Non importa quanto bene andrai, pagherai sempre una qualche forma di commissioni di franchising alla sede centrale, il che significa che tutto il denaro che guadagni non è tuo.

Come acquistare un franchising

Ora che hai compreso alcuni dei pro e dei contro dell’acquisto di un franchising, esploriamo i passi da fare per realizzarlo.

Parte I: Trovare l’opportunità del franchising

La prima parte dell’acquisto di un franchising si sta dirigendo verso la giusta opportunità. Ci sono abbastanza opzioni, quindi scegliere saggiamente è importante.

Trova l’attività giusta per te

Per iniziare, inizia a cercare un franchising. Potresti voler iniziare a restringere la tua ricerca scegliendo un’industria o un settore, in particolare uno che ti eccita e si allinea con i tuoi interessi e competenze. Ad esempio, considera settore food, bellezza, servizi per la casa, proprietà immobiliari, benessere e fitness, quindi dai un’occhiata alle opportunità di franchising nella zona che ti interessa di più.

Una considerazione importante: anche se sei interessato a un determinato franchising, non tutte le aziende avranno opportunità nella tua zona. Forse la società non fa ancora parte del mercato di riferimento, forse c’è troppa concorrenza da una sede di franchising esistente o forse hanno deciso che la tua attività non ha la giusta ubicazione per avere successo.

Infine, devi anche sapere cosa puoi permetterti in base al tuo patrimonio netto e al tuo budget, nonché a ciò che è adatto alla tua esperienza aziendale e competenza personale.

Comprendi costi, commissioni e qualifiche

Ogni franchising comporta costi di apertura: questo è generalmente ciò che viene chiamato “investimento iniziale”. Questi variano ampiamente – pensa da poche migliaia a centinaia di migliaia di euro. E, come abbiamo detto, più costoso è il tuo mercato, maggiore sarà il tuo investimento. Sapere cosa puoi permetterti è la chiave per aprire un franchising.

In genere puoi trovare alcune informazioni sui costi iniziali sul sito Web di una società in franchising, ma ti consigliamo di contattare la società (di solito c’è un modulo o un’e-mail) che esprime interesse per avere un’idea più precisa del tipo di costi. Ti consigliamo anche di scoprire quali sono le commissioni di royalty; le quali saranno contenuti nel documento di divulgazione del franchising.

Alcuni franchising richiedono anche determinate qualifiche personali per considerarti un affiliato. Questi possono includere le tue finanze personali, come patrimonio netto, nonché esperienza nel settore e nella gestione.

Leggi le clausole del contratto

Mentre leggi il tuo documento di divulgazione, sii accurato nella tua ricerca. Poni domande per chiarire tutto ciò che non è esplicito. E assicurati di avere un senso completo dei costi in questione; spesso, i franchising richiedono investimenti in settori quali marketing e promozione, insegne, inventario e costi continui che sono sostanziali, ma non sempre enfatizzati.

LEGGI ANCHE  Levata cosa significa per un tabaccaio?

Se possibile, partecipa a una giornata di scoperta

Una grande parte di franchising, sia grandi che piccoli, offre quello che viene chiamato un “Discovery Day” in cui i potenziali franchisee trascorrono del tempo presso la sede centrale dell’azienda o in una sede di franchising esistente. Questo ti darà un senso di operazioni, cultura aziendale, requisiti e come sarà la tua vita quotidiana.

Ricorda: questa è una parte importante del processo. Se la tua visita ti lascia una cattiva impressione segui il tuo istinto: ci sono molte opportunità disponibili e non vorrai spendere un sacco di soldi per possedere un franchising che non è adatto a te.

Parte II: finanziamento del tuo franchising

L’acquisto di un franchising non è economico, è vero. Avrai bisogno di un piano per la quantità di denaro che ti servirà e come ottenerla.

Identifica quanto capitale ti serve

Hai trovato un franchising con cui sei pronto ad iniziare? Avere un’idea dei tuoi costi è fondamentale, quindi assicurati di avere un’idea completa di costi da sostenere. Ricorda che questo include l’intero quadro della situazione: costi di apertura, costi in corso, commissioni di franchising e spese immobiliari. Potresti non avere ancora una posizione, quindi se non ce l’hai, prendi in considerazione quanto potrebbe costare un immobile.

Potrebbe essere necessario esplorare le opzioni di finanziamento, come fanno la maggior parte delle persone che acquistano un franchising.

Esplora le opzioni di finanziamento

Hai diversi tipi di opzioni di prestito aziendale per finanziare il tuo franchising. Una volta compresi i costi, la quantità di capitale di cui hai bisogno e la rapidità, puoi iniziare a restringere la ricerca e trovare quella giusta per te.

Finanziamenti per le attrezzature: un tipo di finanziamento per coloro che aprono franchising è il finanziamento delle attrezzature. Questo tipo di prestito ti consente di ottenere capitali per l’acquisto di macchinari e attrezzature di cui potresti aver bisogno per far funzionare il tuo negozio. Questo potrebbe essere per qualcosa di grande come un forno commerciale o piccolo come un espositore.

Prestiti: questi prestiti “tradizionali” consentono agli imprenditori di accedere a somme forfettarie di capitale da spendere come vorrebbero per la propria attività. Generalmente, questi prestiti hanno una durata di circa 3-5 anni e richiedono rimborsi mensili.

Linea di credito commerciale: una linea di credito commerciale offre la possibilità di accedere al capitale in modo incrementale quando è necessario. Ciò potrebbe includere acquisti ingenti che equivalgono all’intera linea di credito o spese minori come il marketing che richiedono solo un piccolo esborso di capitale. Poiché questi prestiti sono “revolving”, avrai di nuovo accesso all’intero importo del capitale una volta rimborsato e potresti scoprire che avere accesso a questo finanziamento potrebbe essere utile.

LEGGI ANCHE  Tassazione Società per Azioni

Parte III: acquisto e apertura del franchising

Una volta che hai le basi e il finanziamento in caso ne avessi bisogno, metti insieme i pezzi finali per aprire le tua attività.

Esplorare un ubicazione

Una location è una parte fondamentale dell’apertura di un franchising e del successo. Ti consigliamo di considerare se stai affittando uno spazio o acquistando un immobile commerciale (anche se la maggior parte dei proprietari affitta, almeno all’inizio).

Quando selezioni una posizione considera questi tre fattori importanti:

  • I tuoi dintorni. C’è richiesta nella tua città? Ci sono alcune aziende che attirano una clientela che sarebbe il tuo cliente ideale? Considera le potenziali opportunità in questi quartieri o aree. Naturalmente, ti consigliamo di prendere in considerazione anche la concorrenza: essere troppo vicini potrebbe andare a tuo svantaggio.
  • Traffico pedonale. L’area dove vuoi aprire è nota come un’area in cui franchising come il tuo possono attirare i clienti? Puoi sempre provare a misurare il traffico pedonale prendendo un conteggio manuale delle persone che vanno nei negozi della zona per alcune ore.
  • Accessibilità. La tua posizione futura è vicina al trasporto pubblico o c’è un ampio parcheggio? Ricorda che l’accesso al tuo franchising fa parte dell’esperienza del cliente.

Tieni presente che potresti voler decidere la tua posizione prima di cercare finanziamenti; alcuni franchising potrebbero richiedertelo.

Rivedi e firma il tuo accordo di franchising

Il tuo contratto formale si chiama “accordo di franchising” ed è un documento che dovresti rivedere molto, molto attentamente. Questo è un documento vincolante che elenca le tue commissioni, obbligazioni e altro. Se hai domande, ora è il momento di farle. È anche il momento di chiarire eventuali discrepanze tra gli accordi verbali stipulati con la sede centrale rispetto a quanto indicato nel contratto. Se c’è una disputa, prevarrà ciò che è scritto.

Questo è anche un documento che il tuo avvocato dovrebbe rivedere. (E, se non hai ancora un avvocato, ora è il momento di trovarne uno.)

Frequenta la formazione aziendale

È molto probabile che dovrai seguire una formazione regionale o nazionale per diventare un esperto e far funzionare il tuo franchising. Queste sessioni variano in lunghezza e talvolta coinvolgono i tuoi dipendenti. Comprendi anche che probabilmente dovrai svolgere una formazione continua, inclusa la formazione su nuovi prodotti e tecnologie, e migliorare le capacità e le tecniche di gestione.

Infine, apri la tua attività

Se ti sembra di aver fatto molto per aprire un franchising, beh, lo hai fatto! Quando è il momento di aprire la tua attività, tieni d’occhio come vanno le cose, ma non dimenticare di festeggiare. A seconda del franchising di cui fai parte, potresti essere in grado di usufruire del tutoraggio e della formazione in corso da parte del franchisor, rendendoti un imprenditore più esperto negli anni a venire.

NON PERDERTELO!
Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato gratuitamente sulle ultime novità per la tua impresa.

 

Invalid email address
Iscriviti, è gratis e non ti invieremmo mai spam. Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy.

Cosa ne pensi?

Fantastico
2
Interessante
2
Wow
2
Non ho capito..
0

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Impresa