Impresa

Quali domande porre quando si acquista un’attività

Ad un certo punto della tua vita professionale arrivi a chiederti come sarebbe gestire una piccola impresa di successo ed essere il capo di te stesso. È un pensiero degno e merita molta considerazione prima di fare il grande passo.

Bisogna fare tutto bene (marketing, vendite, finanza, operazioni, servizio clienti) e sfrutta i vantaggi della proprietà aziendale: indipendenza, autosufficienza, creazione di ricchezza, ecc. Fai qualche passo falso in una di queste aree e le conseguenze possono essere devastanti: una riduzione del reddito, un debito ingestibile e un brutto colpo al tuo benessere personale.

Il tuo sostentamento è una maratona, non uno sprint, quindi devi analizzare i rischi a lungo termine insieme alle ricompense. Prima di prendere un impegno, ti consigliamo di riflettere su tutti i potenziali alti e bassi che comporta essere un capo d’impresa.

Per prima cosa, fai le domande giuste

  • Sei disposto a dedicare il tempo necessario per avere successo? Puoi dedicare le tue otto ore e lasciare le frustrazioni all’interno dell’ambito lavorativo. Tuttavia, il primo anno di attività richiederà molte più ore rispetto alle 40 che potresti attualmente lavorare.
  • Hai i mezzi finanziari per vivere senza uno stipendio fino a quando le entrate non inizieranno a essere costanti? Dovrai fare affidamento sul risparmio per le spese fino a quando non acquisirai alcuni clienti e genererai vendite adeguate. Alcuni sacrifici nello stile di vita potrebbero essere necessarie finché non raggiungerai i tuoi obiettivi.
  • Riesci ad eccellere nelle vendite, nella produzione, nell’assistenza e in tutte le competenze necessarie per gestire un’attività fiorente? Gli imprenditori hanno molti ruoli. Avrai bisogno di svolgere più compiti e svolgere bene molti compiti o delegare quei compiti cruciali a un partner o un dipendente chiave.
LEGGI ANCHE  Il tempo medio per raggiungere la redditività in una start up

Alcune aziende vengono costruite da zero e altre vengono acquisite. In entrambi i casi, dovrai eseguire un’ampia due diligence.

L’acquisto di un’attività già avviata è non è un processo facile e bisogna avere un quadro generale chiaro. Ti consigliamo di sapere tutto sull’acquisto prima di procedere. Quindi dopo esserti fatto tu delle domande, è il momento di porre domande al proprietario di una piccola impresa esistente.

Quindi, fai molte domande al venditore

Come sei arrivato al prezzo richiesto?

Dovrai avere una buona conoscenza della valutazione aziendale e potresti voler sfruttare l’esperienza di un consulente.

Molte aziende fissano il prezzo come un multiplo delle entrate o una formula basata sugli asset. Se un’azienda ottiene € 250.000 di entrate, il prezzo richiesto può variare da 2 a 5 volte tale numero, ad esempio. Alcuni venditori potrebbero arrivare al valore di mercato e vendite comparabili recenti nella città e in quello specifico settore e potrebbero convalidare il prezzo richiesto.

Perché vendi?

Alcuni proprietari possono liquidare un’impresa perché semplicemente non c’è nessuno nella famiglia o nell’organizzazione interessata a succedergli.

E francamente, quasi tutti vogliono andare in pensione o provare qualcosa di nuovo. Attenzione al contrario, però. La necessità di vendere può derivare da un prodotto fuori moda, vendite esaurite o debiti insormontabili, e dovrai saperlo prima di entrare o accettare l’acquisto.

Come appare il tuo track record?

Nessun affare funziona senza affrontare delle difficoltà.

Ancora più importante, è necessario chiedere se ci sono problemi importanti che obbligano alla vendita. Un cliente stimato potrebbe aver recentemente lasciato l’ovile o un servizio clienti scadente potrebbe aver macchiato la reputazione dell’azienda. Queste sono circostanze che potrebbero non apparire in un bilancio ma avranno un impatto su un nuovo proprietario.

LEGGI ANCHE  Clausole di un contratto di cessione d’azienda

Potrebbe essere necessario parlare coi clienti o fornitori per tracciare un quadro completo della condizione aziendale.

A quanto ammonta il debito?

È raro che un’azienda utilizzi le riserve di liquidità per adempiere continuamente a tutti i suoi obblighi.

La maggior parte delle aziende prende regolarmente prestiti per finanziare le operazioni. In una vendita di attività, ad esempio, dovresti avere la possibilità di escludere tali passività dall’acquisto o assumerle. Se prevedi di assumere il debito come parte del contratto di vendita, è prudente negoziare un prezzo richiesto più basso in base al rischio aggiuntivo che stai correndo.

Come è strutturata l’impresa?

Le società devono presentare atto costitutivo e statuto societario che dovrebbero essere disponibili per la revisione alla camera del commercio nella città in cui opera.

La revisione di questi documenti dovrebbe essere abbastanza facile, ed è qui che è consigliabile una consulenza di un professionista. Gli accordi di partnership possono non essere presenti in termini di documentazione ufficiale.

È anche una buona idea verificare se l’azienda ha o meno un piano assicurativo aziendale in cui puoi continuare a pagare.

Firmerete un patto di non concorrenza?

Le ragioni di ognuno variano quando si vende un’azienda.

Alcuni proprietari potrebbero semplicemente voler andare avanti, ma altri potrebbero avere secondi fini che potrebbero influenzare negativamente la tua nuova impresa. Molti imprenditori in uscita potrebbero cercare di lavorare o consultare un’altra azienda nello stesso settore e questa mossa potrebbe intaccare i ricavi previsti.

Se competere non è tra i piani, la firma di un patto di non concorrenza non dovrebbe essere un problema per il venditore.

Conclusioni

L’acquisto di un’attività esistente è una decisione enorme e non può essere presa alla leggera.

LEGGI ANCHE  Il YOY: cos'è e come calcolarlo

Con un po’ di esperienza, grinta e determinazione, scoprirai che c’è potenzialmente molto da guadagnare personalmente e finanziariamente. Ma prima, fai le ricerche e fatti guidare. Non sei solo nella tua ricerca, e questo può andare a tuo vantaggio.

NON PERDERTELO!
Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato gratuitamente sulle ultime novità per la tua impresa.

 

Invalid email address
Iscriviti, è gratis e non ti invieremmo mai spam. Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy.

Cosa ne pensi?

Fantastico
1
Interessante
1
Wow
1
Non ho capito..
0

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Impresa