Impresa

8 concetti contabili che ogni proprietario di una PMI dovrebbe conoscere

Comprendere questi concetti può aiutarti a prendere decisioni finanziarie più intelligenti a lungo termine.

Non sei diventato un imprenditore studiando, quindi perché devi aver bisogno di conoscere questi concetti di contabilità? Bene! la comprensione dei concetti contabili di base può aiutarti a fare previsioni migliori sul futuro della tua azienda in base alle tendenze passate delle vendite e dei costi. Questo ti aiuterà a prendere decisioni finanziarie più intelligenti a lungo termine.

Comprendere i principi contabili di base ti aiuterà anche a prendere decisioni operative rapide con più informazione su base quotidiana. Ciò ti farà risparmiare tempo e denaro, due delle tue risorse più preziose come imprenditore. Anche se utilizzi un software di contabilità aziendale, è importante avere una comprensione fondamentale di questi concetti.

Infine, avere una conoscenza di base dei concetti contabili ti garantirà conversazioni produttive con il tuo commercialista durante la pianificazione strategica per il futuro della tua azienda.

Ecco gli otto concetti contabili più importanti che devi conoscere.

  1. Ratei

Se stai cercando di comprendere i concetti contabili di base, questo è fondamentale. Esistono due metodi contabili principali si possono utilizzare: contabilità per cassa e contabilità per competenza.
Molte PMI  iniziano con la contabilità di cassa, ma i rendiconti finanziari di competenza ti danno una comprensione di gran lunga migliore della posizione finanziaria della tua azienda rispetto ai rendiconti di cassa.

Il bilancio per competenza associa le entrate e le spese ai periodi in cui sono sostenute. I rendiconti finanziari, d’altra parte, riflettono solo le entrate e le spese quando vengono ricevute o pagate.

Esempi:

1)Supponiamo di fatturare a un cliente i servizi resi il 15 marzo e di concedere al -cliente 30 giorni per pagare la fattura. Se il cliente è responsabile, il bonifico arriverà il 15 aprile, o forse anche qualche giorno prima.

In base al bilancio di competenza, apparirà a marzo come un aumento delle vendite e un corrispondente aumento dei crediti. Sui rendiconti finanziari in contanti, il reddito non apparirà fino ad aprile, quando raggiungerà il tuo conto in banca.

2)Allo stesso modo, supponiamo che tu abbia dovuto pagare un subappaltatore per eseguire i servizi per i quali hai fatturato il cliente. Il subappaltatore ti ha fatturato il 31 marzo per i servizi resi quel mese e ti ha concesso 45 giorni per pagare la fattura. Ciò significa che li pagherai il 15 maggio.

Sul tuo rendiconto finanziario per competenza, la spesa apparirà a marzo, lo stesso mese in cui hai fatturato il tuo cliente. Sul tuo rendiconto finanziario in contanti, la spesa non apparirà fino a maggio.

La capacità di abbinare entrate e spese al periodo in cui sono sostenute può aiutarti a identificare con maggiore precisione le spese e le tendenze della tua attività. Questo è il motivo per cui i rendiconti finanziari per competenza sono superiori ai rendiconti finanziari per cassa ai fini della gestione aziendale.

  1. Coerenza

Questo secondo concetto di contabilità è strettamente correlato al primo. Il concetto di coerenza dice che una volta scelto un metodo di contabilità, dovresti attenerti ad esso per tutti i record finanziari futuri. Ciò consente all’azienda di confrontare accuratamente le prestazioni in diversi periodi contabili.

  1. Continuità aziendale

Il concetto di “continuità aziendale” dice che dovresti presumere che la tua attività sia in buone condizioni finanziarie e rimarrà operativa per il prossimo futuro. Questo concetto consente alle aziende di differire talvolta il riconoscimento di determinate spese a periodi contabili futuri. Naturalmente, il contabile o il revisore dei conti è libero di giungere a una conclusione diversa se ci sono prove che l’azienda non può rimborsare il prestito o altri obblighi. In tal caso, la società potrebbe dover iniziare a considerare il valore di liquidazione delle attività.

  1. Conservazione

Secondo il concetto di conservazione, le entrate e le spese sono trattate in modo diverso. Le aziende dovrebbero rilevare i ricavi solo quando esiste una ragionevole certezza che verranno rilevati, ad esempio mediante un ordine di acquisto o una fattura. Tuttavia, le aziende dovrebbero riconoscere le spese prima, quando esiste anche una ragionevole possibilità che vengano sostenute. Ciò pesa a favore di bilanci più conservativi. Ai fini del flusso di cassa, è meglio sopravvalutare le spese piuttosto che le entrate.

  1. Provenienza economica

Questo è uno dei concetti più importanti per le piccole imprese: dovresti evitare di mescolare affari con fondi personali. I rendiconti finanziari devono riflettere solo le transazioni commerciali. Ad esempio, dovresti evitare di mettere le spese personali su una carta di credito aziendale. La mancata osservanza di questo concetto può rendere la tua contabilità virtuale molto più difficile e persino farti finire in guai legali se sei una società o una società a responsabilità limitata. In questi casi, puoi preservare le protezioni a responsabilità limitata solo separando le finanze aziendali e personali.

  1. Corrispondenza

Il concetto di “corrispondenza” dice che dovresti registrare entrate e spese relative alle entrate allo stesso tempo. Lo scopo è quello di farti vedere qualsiasi relazione di causa-effetto tra reddito e acquisti. Ad esempio, supponiamo che tu paghi una commissione a un venditore per una vendita che registri a marzo. Anche la commissione dovrebbe essere registrata a marzo.

  1. Equazione contabile

Esiste un’equazione contabile di base che ti aiuterà a registrare le transazioni:

Attività = passività + patrimonio netto

Come indica la formula, le attività vanno sul lato sinistro dell’equazione e vengono addebitate. Allo stesso modo, le risorse vanno sul lato sinistro della tua contabilità generale. Ad esempio, se ricevi contanti, il tuo conto in contanti verrà addebitato nel tuo software di contabilità. Le passività e l’equità del proprietario vanno sul lato destro dell’equazione e vengono accreditate. Allo stesso modo, questi elementi vanno sul lato destro della tua contabilità generale. Ad esempio, se la società emette azioni ordinarie, tale importo verrà accreditato sul conto capitale del proprietario.

  1. Periodo contabile

“Periodo contabile” è il concetto finale che dovresti capire. Secondo questo concetto, dovrebbero essere inclusi solo i documenti finanziari relativi al periodo di tempo in questione. Per capire questo punto, devi prima capire i tre rendiconti finanziari che sono importanti per un’azienda: conto profitti e perdite, stato patrimoniale e rendiconto finanziario.

Il conto profitti e perdite o chiamato anche utili e perdite e il rendiconto finanziario coprono un particolare periodo di tempo, come un trimestre o un anno solare. Un bilancio è un’istantanea delle attività e delle passività di un’azienda a una determinata data. Se fai un conto profitti e perdite per il primo trimestre del 2020, ad esempio, non copriresti le transazioni avvenute prima o dopo il trimestre. Ciò garantisce che l’azienda possa confrontare accuratamente le prestazioni in diversi periodi di tempo.

In Conclusione

Comprendere questi concetti contabili di base può aiutarti ad avere successo negli affari.

Non hai bisogno di conoscenze contabili avanzate per gestire efficacemente la tua attività. Tuttavia, acquisire una comprensione di questi concetti contabili di base può aiutarti a rivedere le tue transazioni e i tuoi rendiconti finanziari con maggiore sicurezza.

NON PERDERTELO!
Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato gratuitamente sulle ultime novità per la tua impresa.

 

Invalid email address
Iscriviti, è gratis e non ti invieremmo mai spam. Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy.

Cosa ne pensi?

Fantastico
2
Interessante
3
Wow
2
Non ho capito..
0

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Impresa